Facebook: un uomo ne reclama il possesso dell'84%

Tale Paul D. Ceglia da Wellsville (New York) ha fatto causa al fondatore di Facebook Mark Zuckerberg reclamando l'84% del social network: alla base di questa pretesa un contratto del 2003 in cui Ceglia e Zuckerberg si sarebbero accordati per il design e lo sviluppo di quello che sarebbe dovuto essere lanciato nei tempi a venire col nome TheFacebook.com, diventando il colosso che tutti noi nel 2010 conosciamo.

All'interno di tale contratto i due avrebbero pattuito a suo tempo un onorario di 1.000$ per Ceglia più il 50% della quota sul prodotto finale, maggiorata da un'ulteriore clausola con la quale Zuckerberg avrebbe dovuto risarcire Ceglia con un 1% in più per ogni giorno aggiuntivo fino al completamento del progetto, avvenuto il 4 febbraio 2004.

Barry Schnitt, portavoce di Facebook, ha commentato la notizia in modo piuttosto chiaro:

"Crediamo che questa causa sia completamente frivola e la combatteremo fermamente"

Via | Digital Media

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: