YouTube testa i video con diverse angolazioni

Tra gli ultimi esperimenti di YouTube c'è la funzione che ci permetterà di visualizzare i video da differenti angolazioni. Ecco il primo esempio.

YouTube testa i video con diverse angolazioni

YouTube diventa ancora più interattivo rispetto al passato. Il colosso di Mountain View non smette di rinnovarsi e qualche ora fa ha annunciato un’altra novità, ancora in fase di test: la possibilità di caricare e visualizzare video da molteplici angolazioni.

Si tratta a tutti gli effetti di uno dei tanti esperimenti di YouTube e non è chiaro al momento quando riuscirà ad arrivare al rollout globale. Per ora, mentre sto scrivendo, c’è un solo video disponibile che permette di passare da un’angolazione all’altra, quello usato da YouTube come esempio per illustrare questa novità.

L’esperimento usato per mostrarci le potenzialità delle riprese multi-angolo anche su YouTube arriva dalla YouTube Music Night. L’esibizione di Madilyn Bailey, pubblicata sul suo canale ufficiale, ci permette di scegliere tra quattro diversi punti di ripresa e quello che ci sorprende è la fluidità con cui riusciamo a passare da un’angolazione all’altra.

YouTube testa i video con diverse angolazioni

Quattro opzioni sono disponibili nella parte destra dello schermo e noi non dobbiamo far altro che selezionare quella che vogliamo e gustarcela a tutto schermo, gestendo di fatto la regia dell’esibizione in modo del tutto autonomo.

YouTube ha precisato a TechCrunch che la tecnologia che il team di sviluppatori sta mettendo a punto non è ancora pronta per essere estesa a tutti gli utenti, ma ha anche spiegato che quando lo sarà renderà l’intero processo a prova dei nuovi utenti: sarà tutto automatico, basterà caricare i diversi video e lasciare a YouTube il compito di organizzare la visione.

In passato diverse startup avevano provato a lanciare la visualizzazione dei video con multiple angolazioni, ma erano mancati i mezzi e gli strumenti per raggiungere il grande pubblico. YouTube, invece, quei mezzi e quegli strumenti ce li ha eccome, quindi aspettiamoci che questo esperimento sfoci presto in una funzionalità aggiuntiva di YouTube per tutti gli utenti.

  • shares
  • +1
  • Mail