Facebook può portare alla depressione

A quanto pare Facebook potrebbe portare alla depressione: andiamo a vedere i risultati di questo nuovo studio.

Facebook causa depressione? Ogni tanto studi del genere saltano fuori. Questa volta sono stati i ricercatori della University of Missouri-Columbia a scoprire che essere troppo invidiosi dei nostri amici su Facebook può condurre fatalmente alla depressione, scoperta che potrebbe invogliare qualcuno di noi a fare qualche pausa in più sul social network. Lo studio ha preso in esame un sondaggio fatto su 700 studenti e ha scoperto che gli utenti che usano Facebook per tenere sotto controllo la vita degli amici e metterla a confronto con la loro, hanno più probabilità di manifestare i sintomi della depressione rispetto a coloro che invece usano Facebook per rimanere in contatto con amici e famiglia.

Facebook causa depressione? A quanto pare sì


Facebook depressione

Margaret Duffy, professoressa presso la MU School of Journalism ha così spiegato: "Abbiamo scoperto che se gli utenti di Facebook sperimentano l'invidia nei confronti delle attività e degli stili di vita dei propri amici su Facebook, sono molto più propensi a riferire di aver avuto sintomi di depressione". E ancora: "Facebook può essere una risorsa molto positiva per molte persone, ma se viene usato per mettere a confronto ciò che abbiamo realizzato noi nei confronti di ciò che hanno realizzato gli altri, si può ottenere un effetto negativo. E' importante per gli utenti di Facebook essere a conoscenza di questi rischi in modo da poter evitare questo tipo di comportamento quando si usa Facebook".

Sintetizzando il discorso: provare invidia e odio verso le foto delle vacanze degli amici o vedere gli acquisti di lusso fatti dai tuoi amici può deprimerti. O quanto meno è più facile che le persone che provano invidia per la vita altrui su Facebook manifestino qualche sintomo o sentimento riferibile alla depressione. Ovviamente il campione in esame nel sondaggio era abbastanza piccolo, oltretutto si trattava di una popolazione ben specifica: considerando che i segni della depressione sono molteplici e non sempre sono così chiari, ecco che questi risultati devono essere considerati come un punto di partenza.

Per esempio, tenendo conto di questi dati potrebbero aiutare a capire perché le persone che sono ossessionate dai social network abbiano questo tipi di comportamento e si sentano così male. Questo potrebbe essere uno dei motivi, anche se le cause probabilmente sono molto più vaste da spiegare visto che la depressione è una patologia molto complessa. Se vi interessa, lo studio è comparso sulla rivista Computers in Human Behavior.

Via | Techcrunch

Foto | Daniel Wyant

  • shares
  • +1
  • Mail