Data Privacy Day 2015: i consigli di Intel Security, F-Secure e Mozilla sulla privacy online

Il 28 gennaio si celebra il Data Privacy Day 2015 e Mozilla, F-Secure e Intel Security festeggiano a modo loro la Giornata della Protezione dei Dati Personali con una guida sulla privacy online.

Data Privacy Day 2015 - Il 28 gennaio si celebra il Data Privacy Day 2015, ovvero la Giornata della Protezione dei Dati Personali (personalmente mi piace di più la versione inglese). Si tratta di una ricorrenza internazionale che viene festeggiata negli Stati Uniti, in Canada e in molti paesi europei, fra cui anche l'Italia. Il Data Privacy Day nasce con lo scopo di cercare di sensibilizzare gli utenti per quanto riguarda la privacy e tutte le procedure che hanno a che fare con la protezione dei dati, oltre al fatto di voler sottolineare la necessità di rispettare le leggi internazionali che regolamentano la privacy.

Data Privacy Day 2015: tutti i consigli sulla privacy di Intel Security


Intel Security

28 gennaio 2015

In occasione del Data Privacy Day 2015, anche Intel Security ha voluto dire la sua in merito alla privacy online. Giorgio Bramati, Consumer Partner Manager di Intel Security, ha spiegato così perché questa giornata sia così importante: "Non c’è mai stato periodò più indicato di questo per fermarsi a riflettere sulla sicurezza in occasione di una ricorrenza come quella del Data Privacy Day. Secondo il Ponemon Institute, infatti, gli hacker sono riusciti a carpire e divulgare i dati personali di 110 milioni di americani nel 2014".

Intel Security ha deciso di proporre una serie di consigli utili per tutelare la nostra privacy online, suggerimenti adatti anche a educare gli utenti su come sia importante tutelare le nostre informazioni personali online, senza divulgare numeri di telefono e codici fiscali a destra o a manca. Ecco dunque i consigli di Intel Security nel giorno del Data Privacy Day 2015:


  1. fare attenzione alle truffe online: nessuno ti regala un Samsung gratis ed è virtualmente impossibile perdere 30 chili in cinque giorni mangiando quello che si vuole e senza fare attività fisica... a meno di non amputarsi gambe e braccia, ma questo è un altro discorso. Se visitate continuamente siti del genere, allora è garantito che state perdendo il controllo dei vostri dati online
  2. attenzione a ciò che pubblicate sui social network: abbiamo già parlato di persone licenziate perché su Facebook hanno postato insulti rivolti ai propri capi. Ecco, se è vero che i social network sono utili per rimanere in contatto con amici e famigliari, considerate che su di essi ci sono tantissime informazioni. Anzi, spesso e volentieri condividiamo dati sensibili senza neanche pensarci troppo. Quindi dove possibile impostate la privacy sui social network nella maniera più restrittiva possibile

  3. attivate l'autenticazione a due fattori: in pratica si tratta di una forma di autenticazione grazie alla quale oltre alla password avrete bisogno anche di un cellulare o di un token. Là dove possibile, attivatela. Intel Security ricorda poi a tutti che sta sviluppando True Key, un nuovo metodo più sicuro per accedere a siti e applicazioni


  4. proteggersi con gli antivirus: ovviamente Intel Security propone il suo McAfee LiveSafe che protegge contro virus, spam, email truffa e permette anche di trovare i portatili e formattarli da remoto nel caso venissero rubati

Data Privacy Day 2015: i consigli sulla privacy di F-Secure


data privacy day 2015

28 gennaio 2015

F-Secure ha deciso di rilasciare i suoi consigli in merito alla privacy online in occasione del Data Privacy Day 2015. Quando compiliamo un modulo sul web, senza saperlo diamo accesso alle aziende ai nostri dati personali. Questo serve agli inserzionisti per tenere traccia dei nostri gusti e preferenze, ma qualcuno teme che tutto ciò possa rivelare troppe cose di noi. Idem dicasi per le app che installiamo. E tutto ciò rende difficile per gli utenti tenere traccia dei nostri dati digitali.

F-Secure riporta poi i dati di uno studio di Adroit Digital: il 58& degli intervistati non apprezza il fatto di dover dare troppe informazioni personali per usufruire di offerte speciali, mentre l'82% non sopporta il fatto che gli inserzionisti online abbiano così tante informazioni su di noi. Diciamo che tutte le notizie sulla violazione della sicurezza e degli attacchi hacker non contribuiscono certo a tranquillizzare gli utenti.

Samu Konttinen, Executive Vice President, Consumer Security di F-Secure, ha così commentato: "I dati personali di ognuno di noi stanno crescendo in modo esponenziale. Ecco perché F-Secure ha delineato una lista di principi sulla privacy per far conoscere alle persone i principi fondamentali che seguiamo quando processiamo i dati personali dei clienti e i loro contenuti. Questi sono i fondamenti su cui si è sempre basata la nostra azienda e ora li vogliamo condividere in una forma strutturata. Vogliamo che tutti sappiano che noi rispettiamo la privacy dei loro dati e contenuti – sono loro, non nostri".

Ecco allora spiegato perché F-Secure abbia creato dei prodotti che uniscono privacy e sicurezza. L'esempio di punta è F-Secure Freedome: trattasi di un'applicazione per la privacy comprensiva di tecnologia anti-tracciamento, protezione malware e sicurezza Wi-Fi grazie alle connessioni VPN. Ed ecco i sei consigli di F-Secure in occasione del Data Privacy Day 2015:


  1. verificare prima di connettersi: prima di stabilire un rapporto con un'azienda, controllate il quantitativo di dati che vi chiederanno di fornire, leggendo bene la loro policy sulla privacy
  2. scegliete la privacy: dal vostro browser impostate la modalità Privato o Incognito in modo che i siti visitati non possano usare i cookies per identificarvi
  3. verificate le vostre impostazioni: su ogni sito controllate sempre le vostre impostazioni sulla privacy e scegliete sempre la privacy più restrittiva
  4. fate ricerche sicure: F-Secure consiglia il motore di ricerca gratuito F-Secure Search. Utilizzando F-Secure Search le cronologie di ricerca non vengono salvate o collegate all'utente
  5. rimanete informati: F-Secure consiglia di usare l'app gratuita F-Secure App Permissions. Questa applicazione vi dice tutte le informazioni che state dando alle app installate sul vostro smartphone
  6. attenzione agli inserzionisti: di nuovo un'applicazione di F-Secure, questa volta si tratta di F-Secure Freedome. Grazie a questa applicazione gli inserzionisti non possono tenere traccia dei nostri dati sul web. Occhio che però questa applicazione è a pagamento, anche se potete usufruire di un periodo di prova gratuito di 14 giorni

Data Privacy Day 2015: i consigli di Mozilla sulla privacy online


Mozilla privacy

Mozilla proprio recentemente aveva commissionato uno studio diretto da Harris Poll che ha messo in luce come il 68% degli utenti italiani sia preoccupato del fatto che il mondo di internet sappia troppo su di loro; sempre il 68% degli utenti italiani pensa che i dati personali (leggasi come numero di telefono, numero della carta di credito o anche codice fiscale) sia meno riservato oggi rispetto all'anno scorso; il 54% degli italiani non si fida affatto che le aziende o gli altri utenti online rispettino l'altrui privacy.

Una visione scoraggiante, ma la Giornata della Protezione dei Dati Personali può essere un modo per aiutare gli utenti a tutelare la loro privacy online. E' su questo tasto che pigia Mozilla, il quale si vanta di essere un browser sicuro e affidabile. Non a caso il browser ricorda di essere stato riconosciuto dal Ponem Institue come la Most Trusted Internet Company for Privacy. Questo perché da sempre Mozilla offre diverse opzioni agli utenti per mantenere la sua privacy.

E proprio in occasione del Data Privacy Day 2015 ecco che Mozilla ci offre consigli e suggerimenti su come tutelare la nostra privacy sia via computer che via smartphone:


  • Abilitare Do Not Track: Do Not Track è un sistema concepito da Firefox che ci consente di esprimere una preferenza su come i nostri dati personali vengono raccolti e usati online
  • Attivare la Navigazione anonima: se si decide di sfruttare la Navigazione anonima, ecco che tutta la nostra Cronologia sarà riservata
  • Usare Lightbeam: Lightbeam è un add-ons di Mozilla Firefox che ci permette di scoprire chi ci sta osservando online. Si tratta di un sistema che fa sì che possiamo controllare i rapporti fra l'utente e i siti visitati
  • Aggiungete il pulsante Dimentica: se deciderete di aggiungere il pulsante Dimentica su Mozilla, potrete cancellare alcune delle vostre attività recenti. Dimentica vi chiede se volete cancellare cinque minuti, due ore o anche 24 ore fra Cronologia, cookies, schede e anche finestre aperte
  • Aggiungete Ghostery: Ghostery è un'estensione di Mozilla Firefox che vi permette di essere avvisati di elementi invisibili presenti nel sito che state visitando (bug, pixel, tracker e beacon). Grazie a Ghostery potrete bloccare gli script dei siti di cui non vi fidate
  • Aggiungete Privacy Badger: altra estensione di Mozilla Firefox che potrebbe tornare utile è Privacy Badger. Questo componente aggiuntivo blocca i tracker invisibili e gli annunci spia
  • Aggiungete Privacy Coach: altro add-ons interessante è Privacy Coach, componente aggiuntivo riservato a Firefox per Android che fa in modo che tutte le funzioni della privacy vengano raggruppate in un'apposita schermata iniziale. Aprendo Firefox su uno smartphone Android, ecco che su Privacy Cach trovate tutto ciò di cui avete bisogno per personalizzare la privacy su Firefox (Do Not Track, la Navigazione anonima, il Blocco dei coockie, Cancellare la cronologia, la Sessione ospita e spiegazioni su come ottimizzare la privacy in base alle nostre esigenze)
  • Usate DuckDuckGo: si tratta di una modalità di ricerca che impedisce di tracciare l'utente. Se DuckDuckGo piace, esiste anche il componente aggiuntivo DuckDuckGo Plus che dovrebbe inserire una casella di ricerca DuckDuckGo nella barra degli strumenti sulla parte superiore del vostro browser

Se ancora questi strumenti non vi bastassero, Mozilla ha raccolto gli add-ons e estensioni migliori per tutelare la privacy qui, basta cercare quello che risponde meglio alle nostre esigenze. Sempre fermo restando che caricare troppo Mozilla di estensioni e add-ons alla lunga è controproducente in quanto potrebbe causare fastidiosi rallentamenti. Quindi scegliete bene gli strumenti che meglio si adattano al vostro modo di navigare su internet.

Foto | @AnibalPAchecoIT (ITS)

  • shares
  • +1
  • Mail