Twitter, Hugh Greenwood: il giocatore di basket annienta un troll che derideva la madre malata di cancro

Su Twitter accade anche questo: il giocatore di basket Hugh Greenwood ha annientato con stile un troll che sul social network derideva la madre vittima di un tumore.

Twitter, Hugh Greenwood rimette a posto un troll che sul social network aveva deriso la madre ammalata di cancro. Talvolta gli appassionati di sport su internet tirano fuori il peggio che la razza umana abbia da offrire: utilizzare Twitter per deridere un giocatore di basket sfruttando la battaglia della madre contro il cancro è da persone abiette. Si è al di là anche del concetto di troll, sei una persona gretta e meschina. Punto e basta. Ma andiamo a vedere come si è svolta questa vicenda. Tutto comincia prima di una partita di basket del New Mexico contro l'UNLV. Un troll (chiamiamolo così per rispetto a Google, ma bisognerebbe usare ben altre parole per descriverlo) ha cominciato a prendere in giro pesantemente il giocatore Hugh Greenwood. E lo ha fatto postando un tweet che andava a coinvolgere la madre di Hugh, malata da tempo di cancro al seno.

Twitter: la rivincita di Hugh Greenwood sul troll


Hugh Greenwood

A causa dei problemi di salute della madre, da tempo Hugh Greenwood è impegnato nella lotta contro questa malattia, creando anche una raccolta fondi, la Pink Pack. Hugh Greenwood è un giocatore di basket originario della Tasmania, in Australia. Noto soprattutto fra le fan per la sua lunga e fluente chioma bionda, in realtà c'è un motivo ben preciso se ha deciso di creare questa immagine: ha infatti scelto di farsi crescere i capelli così lunghi in modo da rinforzare la sua immagine e sfruttare la sua posizione pubblica per contribuire ad aumentare la consapevolezza del pubblico nella lotta verso il cancro. La madre Andree ha purtroppo un tumore al seno che è stato in remissione per quattro anni, salvo poi riattivarsi e diffondersi ai polmoni lo scorso ottobre.

Questo per spiegare il retroscena della vicenda. Prima della partita contro l'UNVL, questo troll ha postato un tweet che diceva: "Nah Greenwood's gonnabe driving his mom to the game in a Hearse" che tradotto diventa "No, Greenwood sta per guidare sua madre nel gioco in un carro funebre". Ecco, io una persona che riesce a scrivere una cosa del genere non la posso definire un tifoso. E Greenwood come ha reagito? Semplicemente con classe e stile, in un modo tutto suo è riuscito ad annientare questo troll.

Durante la partita Greenwood ha segnato ben ventidue punti con un gioco spettacolare per la sua squadra, battendo gli UNLV per 71 a 69. Poi ha rilasciato una notevole intervista post partita, è quella che vedete nel video, nel quale ha definito il troll su Twitter un essere senza classe. Ha così dichiarato: "C'è un confine e quello l'ha superato. Ero molto motivato stanotte". Possiamo definire Hugh Greenwood un vero e proprio eroe sportivo.

La stessa madre di Greenwood, scioccata per quello che era stato scritto su Twitter, ha così spiegato: "Sembrava arrabbiato e lui non si arrabbia molto spesso... di solito è un giocatore molto posato e distaccato". Anche un gruppo di fan della squadra avversaria, gli UNLV Rebels, dopo la vicenda e la partita hanno deciso di scrivere una lettera a Greenwood manifestando tutto il loro sostegno al giocatore avversario. Questo è fair play sportivo.

Ed ecco qui qualche tweet in merito alla vicenda, alcuni provengono anche dall'account Twitter di Hugh Greenwood:

Via | Mashable - Daily Mail

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail