Project Emporia: Microsoft e l'analisi dei social network

Project EmporiaL'approccio di Microsoft ai social network avviene seguendo canali molto diversi tra loro: quello forse meno evidente è legato agli investimenti su Facebook quando nel 2007 la multinazionale acquistò l'1,6% della piattaforma per $240 milioni. Tenendo conto di ciò, sono tre le vie perseguite da Redmond per accostarsi al web 2.0: la prima è Windows Live, che permette da tempo d'integrare sul profilo utente i più disparati servizi esterni.

Un secondo avvicinamento riguarda Bing, che da un lato contribuisce alla ricerca di Facebook e dall'altro implementa vari mashup di Twitter. In ultimo, Microsoft lavora assiduamente sui social media attraverso FUSE Labs — noto per la creazione di Docs.com (o, più semplicemente Docs). Dopo la nascita di Spindex è un altro progetto a fare "capolino": Emporia è sostanzialmente un aggregatore di stream recuperati dai trending topic di Twitter.

Quanto FUSE Labs intende predisporre col progetto Emporia, ancora in fase di alpha preview, è una sorta di playground alla Google Reader che agevoli la consultazione degli argomenti popolari su Twitter introducendo una forma di "like" alla Facebook. Non è necessario disporre di un account sul famoso servizio di microblogging, ma gli inviti per Emporia sono ancora pochi: l'uso di Silverlight 4 limita molto la diffusione della piattaforma.

  • shares
  • Mail