Ulbricht: "Ho fondato Silk Road, ma avete preso l'uomo sbagliato"

Ross Ulbricht nega ogni coinvolgimento con Silk Road, e dice di essere stato incastrato e usato come capro espiatorio dagli altri gestori del sito.

Trial Of Online Drug Marketplace Silk Road Founder Ross Ulbricht Begins

Ross Ulbricht si difende: ammette per la prima volta di essere lui il creatore di Silk Road, ma allo stesso tempo nega di essere Dread Pirate Roberts, l’individuo colpevole dei sette capi d’accusa che oggi pesano sulla testa di Ulbricht, dopo il raid dell'FBI.

Silk Road è il sito darknet più famoso in assoluto. Raggiungibile solo attraverso il network Tor, Silk Road era un mercato nero delle droghe e - peggio ancora - di altri mercimoni criminosi. Omicidi, armi con il numero di serie limato, attacchi hacker su commissione, su Silk Road si poteva comprare tutto e di tutto. Debellato da soffiate e lunghi stalkeraggi da parte delle autorità, il sito è diventato un simbolo della parte più brutta di un ecosistema necessario, ma pericoloso.

Tor infatti è la maniera con cui giornalisti e dissidenti dialogano, anche sotto regimi oppressivi. È una maniera per preservare la libertà, insomma, ed è una delle maniere più accessibili per restare anonimi mentre si viaggia nella rete, senza essere continuamente monitorati dai mille stratagemmi di aziende e social network.

Allo stesso tempo, però, è anche albergo per chi vuole vendere beni illegali e servizi immorali. Silk Road è stato imitato molte volte, e Ulbricht dice di essere il pioniere di questo concetto di mercato al di fuori della legge. Però il suo ruolo non ha nulla a che fare con i reati tutt’altro che virtuali commessi attraverso la piattaforma anonima.

Secondo la deposizione rilasciata attraverso il suo avvocato difensore, Ulbricht dice di aver abbandonato Silk Road al suo destino pochi mesi dopo il suo lancio nel 2011, e di non aver mai usato il nickname Dread Pirate Roberts, che era quello dell’amministratore, un individuo ciarliero e aggressivo. A favore di Ulbricht c’è il suo stile di vita e la sua condizione economica, completamente incompatibili con il massiccio quantitativo di bitcoin derivati dalla vendita di droga su Silk Road. Dove Dread Pirate Roberts era un individuo estremamente energetico e “pericoloso” (o per lo meno capace di assoldare un killer online), Ulbricht risulta essere una persona piuttosto quieta e tranquilla, che - secondo le sue parole - ha abbandonato quasi immediatamente la gestione di Silk Road, schiacciato dallo stress.

Dread Pirate Roberts è comparso dopo molti mesi dalla fondazione del supermarket anonimo della droga. L’avvocato di Ulbricht, Joshua Dratel, sostiene che questo personaggio non esiste davvero - è il nick di un gruppo, non di un individuo. A supporto di questa posizione c’è anche un’intervista di Forbes, in cui una persona che dice di essere Dread Pirate Roberts fornisce esattamente la stessa versione dei fatti - di non essere il fondatore, e di aver praticamente comprato Silk Road da un “predecessore”, cioè Ulbricht.

In questa versione, che potrebbe essere una totale fabbricazione della difesa, Ulbricht è stato reintrodotto nel team di Silk Road con l’inganno verso la fine dei giochi, quando è risultato chiaro che l’FBI fosse sulle tracce dei criminali che si nascondevano nelle ombre del darknet. Un capro espiatorio, Ulbricht starebbe scontando il peccato di aver inventato Silk Road, ma non sarebbe stato responsabile di nessuno dei peggiori crimini del sito.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail