Internet, nel 2014 aumentati i reati sui minori, frodi, truffe e gioco d'azzardo non regolato

Ecco il resoconto della Polizia Postale e delle Comunicazioni sul 2014 di Internet

black internet

Come sapete, Internet non è proprio un luogo sicuro e una regolamentazione che sia efficace e giusta appare oggi più che mai indispensabile, e quando parlo di regolamentazione giusta non faccio certo riferimento alla legge sulla diffamazione attualmente in discussione nelle aule del Parlamento: tutti sappiamo bene che una Commissione di esperti, formata da giovani e adulti che frequentano il Web e ne conoscono le dinamiche dal profondo, sarebbe in grado di aggiustare le storture, soddisfacendo le esigenze di più categorie.

Serve una regolamentazione soprattutto se considerate i dati della Polizia Postale e delle Comunicazioni: 38 arresti e 428 denunce per adescamento di minori online, oltre che produzione, diffusione e commercializzazione online del relativo materiale. Ma l'allarme prosegue anche con il cyberbullismo: sempre più spesso i giovani mettono in rete video e foto che vedono protagonisti i coetanei nei confronti dei quali vogliono vendicarsi o che vogliono prendere in giro (e non siamo certo nuovi a questo tipo di atteggiamento); pensate che sono stati ben 28 i minori denunciati per aver fatto circolare immagini spinte dei compagni di classe o per averli presi in giro e perseguitati sui social network: è proprio in questo ambito che serve una regolamentazione dura e un maggiore e migliore aggiornamento delle famiglie.

Più in generale, le frodi informatiche sono aumentate rispetto al 2013, e lo stesso si può dire delle truffe (le denunce presentate sono state ben 80mila 805, a cui si aggiungono ben 7 arresti e 2mila 352 spazi virtuali sequestrati). Negativi, pure i dati sul gioco d'azzardo: la Polizia Postale ha denunciato 22 persone e applicato sanzioni per un totale di 120mila euro.

Approfondisci: The Pirate Bay, le nuove indagini richiederanno mesi di lavoro

In ultimo, dati allarmanti anche per via del terrorismo: le Autorità che controllano la rete hanno denunciato l'aumento di attività di proselitismo online e affini, che poi sono quelle più pericolose non solo per tutta Internet ma anche per il mondo intero. Ho come l'impressione, insomma, che, se non arriverà presto una regolamentazione giusta, il volto nero della rete sovrasterà del tutto i suoi grandi e immensi benefici.

Via | Rainews.it

  • shares
  • +1
  • Mail