Facebook ha acquisito l'azienda QuickFire Networks dedicata ai video

Facebook ha acquisito l'azienda QuickFire Networks dedicata prettamente ai video. Vediamo i dettagli della vicenda.

Ancora shopping per Mark Zuckerberg: Facebook ha acquisito l'azienda QuickFire Netwoks. Probabilmente i saldi natalizi hanno dato alla testa al CEO: qualche giorno fa avevamo parlato dell'acquisizione della compagnia Wit.ai, quella dedicata al riconoscimento vocale e adesso arriva la notizia dell'acquisto di QuickFire Networks. Se vi state chiedendo quale sia il punto di forza di QuickFire Networks, ebbene sappiate che si interessa di video. In pratica ha creato un hardware personalizzato e una piattaforma software capaci di ridurre sia le dimensioni dei file video che i tempi di caricamento dei suddetti video. Il che non è certo male.

Facebook e l'acquisizione di QuickFire Networks


Facebook QuickFire Networks

Come già dicevo a proposito del fatto che i post con video inseriti dagli utenti su Facebook sono aumentati del 75% nel corso del 2014, ecco che YouTube dovrebbe tremare ancora di più di paura vista l'acquisizione di QuickFire Networks. Facebook non ha mai fatto mistero del fatto di voler sfondare anche nel settore dei video, finora ad esclusivo appannaggio di YouTube e Google.

La notizia dell'acquisizione è stata data in primis dal Wall Street Journal, poi successivamente la conferma è arrivata anche sul sito di QuickFire Networks, con un messaggio (proprio quello che vedete nella foto). La tecnologia di QuickFire Networks permette di accelerare la codifica dei video, creando profili diversi a seconda della risoluzione, del frame rate e delle impostazioni audio, il tutto dedicato a piattaforme differenti.

Questi software personalizzati permettono così ai processori di lavorare all'unisono (soprattutto se si parla di processori Intel Core i7 di fascia alta). Ma cosa cambia dal punto di vista dell'utenza di Facebook? Perché è importante sapere di questa acquisizione? Beh, semplice: se Facebook riuscirà ad integrare correttamente la tecnologia di QuickFire (e non ho dubbi che questo accadrà), ecco che per noi vorrebbe dire una riduzione del buffering dei video, senza perdita della qualità fra l'altro. Il che non sarebbe affatto male, soprattutto per chi utilizza Facebook da computer e smartphone non molto performanti: a olte il buffering diventa eterno, il video si blocca, la qualità è a dir poco miserevole. Ma con QuickFire Network le cose potrebbero cambiare.

Via | Techcrunch

Foto | Screenshot dal sito QuickFire Networks

  • shares
  • +1
  • Mail