Blockbuster cerca di superare la crisi sul web

I ♥ P2P @ BlockbusterNon è una novità che Blockbuster – la nota catena di videonoleggi in franchising che annovera molte sedi anche in Italia – stia attraversando un periodo di crisi: sicuramente il download illegale via P2P ha la sua quota di responsabilità, ma attribuirgli tutte le colpe sarebbe riduttivo e controproducente. Sembra che i vertici dell'azienda l'abbiano finalmente compreso e stiano correndo ai ripari.

Il mercato dell'home entertainment è in rapido sviluppo grazie alle possibilità di device portatili sempre più all'avanguardia e l'imminente arrivo di iPad in versione WiFi e 3G per l'Europa è destinato a modificare ulteriormente gli equilibri attuali. Coscientemente, Blockbuster ha commissionato a Sonoa la gestione delle API di Everywhere per estendere i propri servizi ovunque.

Blockbuster Everywhere consiste di una serie di API per l'autenticazione e il noleggio dei video attraverso la piattaforma online dell'azienda – che negli Stati Uniti già consente il download e la fruizione dei contenuti su smartphone di HTC, ecc. – per un'esperienza d'intrattenimento "decentrata" che consideri i nuovi device in mobilità. Un'operazione che è stata stimata attorno a $1 milione.

Via | ReadWriteWeb

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: