Google integra i "risultati simili" nelle ricerche sul web


Novità da parte di Google, questa volta riguardanti il funzionamento stesso dei risultati di ricerca, e il modo di visualizzarli. Già da qualche tempo, come raccontano i Googlers nel loro blog ufficiale , i "risultati simili" erano stati introdotti, ma in via ancora del tutto sperimentale, e non ben visibili nelle pagine dei risultati.

Da oggi, invece, soprattutto in alcuni casi (come quello di organizzazioni benefiche, che è l'esempio portato nel post di presentazione della nuova feature), i risultati simili trovano le luci della ribalta, giusto un po' al di sotto dei risultati "regolari" di Google.

Non sempre la risposta è contenuta così tanto nella domanda che poniamo a Google. Un po' di imprevisto, un minimo di "inesattezza", spesso, anche quando non si tratta solo di versare somme in beneficenza, possono arricchire la nostra esperienza del web. Google pare saperlo e lo sfrutta a suo e a nostro vantaggio.

  • shares
  • Mail