L’angolo della nostalgia: i software di ieri, Nero Burning ROM

La prima versione di Nero Burning ROM risale al lontanissimo 1997: un'altra epoca.

nero-burning-rom

Nonostante sia ancora vivo e vegeto sul mercato, il nome di Nero Burning ROM non può fare a meno di apparire almeno una volta all'interno del nostro angolo della nostalgia. Il software di masterizzazione di Nero AG è stato infatti uno dei punti di riferimento per la creazione e la copia di CD-ROM verso la fine degli anni '90.

La prima versione di Nero risale infatti all'ormai lontano 1997, anno in cui quella che era allora conosciuta come Ahead Software pubblicò altri aggiornamenti importanti per il suo programma, fino a portarlo in pochi mesi alla versione 3.0.

Sono passati diciassette anni ma sembra davvero un'altra epoca rispetto a oggi, dove un masterizzatore costava quasi un milione di lire e ci si barcamenava tra supporti di dimensioni varie per riuscire a far entrare tutto il proprio materiale all'interno del singolo CD: il prezzo di questi ultimi naturalmente era ben superiore a quello attuale, e "bruciarne" uno era una sciagura.

Piccola curiosità: il nome Nero Burning ROM è un gioco di parole costruito su "Nero Burning Rome", con chiaro riferimento al grande incendio di Roma scoppiato nel 64 sotto l'imperatore Nerone. L'ultima versione in circolazione è la 16.0, con cui s'individua il prodotto Nero Burning ROM 2015 uscito il 17 settembre 2014.

  • shares
  • Mail