Un social network dedicato alla comunità gay: Fabulis

fabulisEro partito piuttosto prevenuto, non certo nei confronti degli omosessuali... quanto perché temevo che Fabulis potesse trasformarsi in una sorta di "ghetto" al contrario — chissà cosa ne pensano i colleghi di Queerblog.it: in realtà il social network è concepito abbastanza bene e non mancano aspetti piuttosto ironici. Resta comunque una piattaforma dedicata principalmente al dating online per omosessuali (uomini).

Ho specificato "uomini", perché Fabulis non è indirizzato a tutto il mondo LGBT: globalmente l'idea appare ben realizzata – anche se il sistema a crediti in stile-Zoosk è un po' molesto nella sua onnipresenza – supporta la geolocalizzazione (in sommi capi si tratta di un'applicazione per rintracciare eventi gay vicino a sé) e consente uno schema preciso per la raccomandazione di locali e manifestazioni.

L'intero progetto è realizzato sfruttando Facebook e il suo database di utenti. Anche gli eventi aggregati a livello predefinito nei profili arrivano da Facebook: riprendendo un accenno precedente, potremmo paragonare Fabulis a una versione migliorata di Zoosk rivolta ai soli omosessuali. Fate attenzione ai tempi di consegna per il merchandising perché sono eterni. Il modello di piattaforma è da esportare.

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: