Spagna, i giornali rivogliono Google News ma il governo non si smuove

Google non è disposta a pagare per mostrare contenuti su Google News, che quindi chiuderà.

google-spagna

La decisione di Google di chiudere Google News in Spagna è in grado di scontentare quasi tutti, compreso chi nel folle disegno del legislatore locale dovrebbe in un certo qual modo godere dell'assurda legge sul copyright che sta causando la lite tra la nazione europea e il gigante tecnologico americano.

Secondo Spain Report, tra chi sta mugugnando per l'imminente stop a news.google.es ci sarebbero anche i membri della Asociación de Editores de Diarios Españoles (AEDE) spagnola, vale a dire l'associazione degli editori di giornali.

Nel dettaglio, la AEDE ha pubblicato una nota, all'interno della quale appare quanto segue:

"Considerando la posizione dominante di Google (che in Spagna controlla quasi tutte le ricerche sul mercato ed è un autentico gateway per Internet), AEDE richiede l'intervento delle autorità spagnole e comunitarie, oltre a quelle di antitrust, per proteggere in modo efficiente i diritti di cittadini e società."

Secondo AEDE, la chiusura di Google News sarebbe in grado di avere un impatto negativo su entrambi i soggetti citati alla fine del virgolettato precedente. Non si capisce quindi a questo punto come Google potrebbe riaprire (in realtà per ora non è stato mai chiuso) il servizio News in Spagna, visto che la posizione di Mountain View è stata piuttosto chiara in merito:

"Siccome Google News di per se stesso non produce alcun introito - noi non piazziamo pubblicità nel suo sito - questo nuovo approccio alla faccenda non è sostenibile. Quindi è con grande tristezza che annunciamo che il 16 dicembre rimuoveremo tutti gli editori spagnoli da Google News, e chiuderemo Google News in Spagna, prima che la legge in questione entri in vigore il 1° gennaio 2015."

Se AEDE ed editori vari vorranno veramente veder tornare Google News in Spagna, qualcuno dovrà fare pressioni anche sul governo affinché esso abbandoni la sua posizione.

Via | Techcrunch.com

  • shares
  • Mail