Truffe su Facebook: in vendita un milione e mezzo di account


Dopo la compravendita dei gruppi di Facebook, le nuove frontiere del mercato nero delle identità digitali proponeva un ricco pacchetto da un milione e mezzo di account.

Lo ha scoperto iDefense, un servizio di VeriSign che funziona un po' come un osservatorio delle violazioni dei diritti digitali. Il truffatore in questione, dotato di conoscenze informatiche di tutto rispetto, si era procurato un metodo "sicuro" per rubare rapidamente quanti più account Facebook possibili, tutti dotati di relazioni, foto del profilo, album e quant'altro.

"Kirllos" - originario dell'Europa dell'Est, con probabilità russo - aveva messo in vendita i profili con fino a 10 "amici" a 25 dollari ogni 1000; e quelli da 50 e più contatti, anche a 50 dollari ogni mille "unità". In casi dell'importanza di questo, non si tratta solo di cercare di accaparrarsi il maggior numero di iscritti a un gruppo politico o quant'altro.

Secondo VeriSign e Facebook, qui si tratta di cercare di mettere su vere e proprie truffe alla "nigeriana", le versioni "social" delle classiche mail in cui istituzioni centrafricane, eredi al trono in fuga e via dicendo, propongono trasferimenti fondi agli incauti destinatari, che qualche volta abboccano ancora. Riceverne una da una mail generica è un conto, evidentemente. Riceverne una da un account Facebook, appartenente a una persona reale, per quanto poco conosciuto, è un altro paio di maniche. Dunque, sempre più attenzione nell'accettare richieste di amicizia da sconosciuti.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: