PEC per tutti tramite Poste Italiane

Renato BrunettaIn ottobre, tra le polemiche, è stato avviato il servizio di Posta Elettronica Certificata (PEC) per l'Italia... che in realtà differisce dal resto dell'Europa e del mondo perché consente un dialogo appropriato soltanto con la pubblica amministrazione italiana e non con altre PEC. Tanto che effettivamente persino il Governo – attraverso il Ministero per l'Innovazione – l'ha chiamata con un nome un po' diverso.

Tecnicamente il servizio si chiama CEC-PAC, ovvero Comunicazione Elettronica Certificata tra la Pubblica Amministrazione e il Cittadino ed è esattamente ciò per cui è stata studiata: gli indirizzi e-mail gratuiti ad oggi forniti attraverso INPS (come accennato qui sopra) sono abilitati alla PEC soltanto da e verso gli enti statali — ovvero la certificazione non è consentita tra soggetti privati.

Ciò limita di molto l'effettiva efficacia del sistema, benché rispetto al passato si tratti sicuramente di un passo avanti: da lunedì prossimo – l'ha ricordato lo stesso Ministro competente, Renato Brunetta, tramite il suo blog – tutti i cittadini italiani maggiorenni potranno recarsi presso gli uffici delle Poste Italiane con un documento d'identità per l'assegnazione di un indirizzo e-mail PEC gratuito.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: