Artisti fanno causa a Google per questioni di copyright


Questa volta la American Society of Media Photographers fa davvero sul serio: ha messo su una class action contro Google, che riunisce fotografi, visual artist, grafici e illustratori.

Tutti con un elemento in comune: si sentono defraudati da Google, perché il loro lavoro è stato "scansionato e pubblicato" senza autorizzazione e, soprattutto, senza remunerazione alcuna. Com'è intuibile, al centro della contesa c'è Google Books Search, il servizio di digitalizzazione di libri e riviste con cui Google intende rivoluzionare il modo di fruire della cultura.

Un servizio che raramente ha incontrato il favore degli autori e degli editori internazionali. Secondo la ASMP:


"Google si è macchiata di una massiccia azione di acquisizione e pubblicazione abusive di materiale protetto da copyright. Molto di questo materiale è rappresentato da illustrazioni e opere d'arte e Google sta procedendo senza l'autorizzazione dei legittimi proprietari di esso".

Del caso deciderà la "U.S. District Court for the Southern District of New York". Google nicchia: "Siamo fiduciosi nel fatto che Google Books Search è stata progettata nel rispetto delle leggi internazionali".

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: