Il Ministero della Difesa indiano sotto attacco informatico da parte della Cina


Ancora una volta, i famigerati "hacker cinesi" sembrano averne fatta una delle loro. Ma prima che diventino un vero e proprio spauracchio della sicurezza informatica (o un capro espiatorio per tutti i crimini sul web), è bene riuscire a vagliare le fonti sulle loro malefatte.

Tuttavia, questa volta non sembrano esserci particolari dubbi in merito: sarebbe stata proprio ad opera di cinesi l'intromissione in un archivio informatico segreto del Governo indiano, di pertinenza del Ministero della Difesa; nonché presso quelli di diversi ambasciate indiane nel mondo.

La scoperta shock riguarda gli armamenti indiani: soprattutto il fronte missilistico, fra cui il cosiddetto sistema Shakti, di cui molti segreti sarebbero stati trafugati, nonché l'Iron Dome, un sistema di difesa (pure basato su missili) comprato da Israele.

Secondo quanto hanno appreso le intelligence americane e canadesi, l'operazione cinese sarebbe chiamata in codice "Shadow Network" ed è stata scoperta dopo un'investigazione durata 8 mesi. Anche l'ambasciata indiana in Italia è stata colpita dall'attacco.

  • shares
  • Mail
5 commenti Aggiorna
Ordina: