Backupify sfrutta già OAuth su GMail

Backupify OAuth GMailCome avevo anticipato ieri parlando di VaultPress, il segmento di mercato del backup è in continua espansione: ne è testimone il fatto che Backupify – che può effettuare gratuitamente copie dei file e del database di WordPress e di cui ho spesso accennato in precedenza – si sia affrettato a sfruttare le nuove feature previste da Google per GMail. Non sono servite neppure 24 ore perché ciò avvenisse.

Sì, perché GMail è diventata una piattaforma aperta alle applicazioni di terze parti grazie all'implementazione di OAuth per i protocolli IMAP ed SMPT, il ché si traduce nella possibilità di autenticarsi senza bisogno d'inserire la propria password — una novità molto utile per chi volesse importare in tranquillità i contatti della rubrica tutelando la propria privacy, tanto per fare un esempio.

Con un annuncio su Twitter il team di Backupify ha introdotto questa nuova funzione, che consente a chi possiede un account d'effettuarne il backup (che è sempre gratuito per i profili free) in sicurezza tramite IMAP. L'applicazione dev'essere autenticata ex-novo da GMail e la connessione non prevede l'uso di password per effettuare il login. Speriamo che altri servizi facciano lo stesso.

  • shares
  • Mail