Nasce Facebook Rooms, l'applicazione anonima per iOS

Facebook dà vita a Rooms, un'applicazione anonima dedicata a iOS che ricorda vagamente le vecchie chat room. Ma è disponibile solamente sullo store americano.

E' nata Rooms, la nuova applicazione anonima di Facebook. Si tratta di un'app al momento destinata ad iOS, ma non affrettatevi a cercarla sull'Apple Store nostrano perché al momento è disponibile solamente su quello americano. Josh Miller, Product Manager di Facebook, ha annunciato l'avvento di Rooms sul nuovo blog ufficiale, parlando dell'app come di una sorta di rilancio delle vecchie chat room (ve le ricordate? All'epoca erano molto gettonate e usate dagli utenti). In pratica gli utenti su Facebook Rooms avranno la possibilità di creare delle chat room specifiche: in questi spazi virtuali potranno scrivere messaggi, postare foto e video e anche invitare altre persone a condividere la loro chat.

C'era bisogno di Facebook Rooms?


Facebook Rooms

Beh, difficile dirlo. Diciamo che in questi tempi, dove infuriano le polemiche per l'obbligo di Facebook di utilizzare per forza il nome reale sul social network blu, ecco che fa sorridere la proposta, sempre da parte di Facebook, di un'applicazione che fa dell'anonimato il suo cavallo di battaglia. Infatti per poter usare Rooms non dovrete per forza usare il vostro nome reale, ma potrete utilizzare un qualsiasi nickname.

Anzi, a seconda della chat room che state utilizzando, potrete usare anche nickname differenti: in questo modo potrete celare la vostra vera identità mentre scambiate commenti con gli altri utenti. Ovviamente chi crea la chat room avrà a sua disposizione diversi strumenti per moderare e personalizzare la chat, in modo da intervenire direttamente e controllare che la chat non sfugga al controllo. A proposito, non notate una certa somiglianza con Slack? Solo che Slack era destinata a veri e propri gruppi di lavoro, Rooms nasce con un intento più ludico.

Come anticipavamo, purtroppo per ora Facebook Rooms è disponibile solamente negli Stati Uniti, gli italiani non trovano l'app sull'App Store nostrano, quindi a meno di non avere un account iTunes adatto non possiamo provarla. Anche se in realtà c'è un sistema per scaricare le app dallo Store americano, a patto che siano gratuite: bisogna aprire l'App Store, cliccare su Primo piano, andare in basso e cliccare su ID Apple:...., Visualizza ID Apple, inserire la password se vi viene chiesto. A questo punto cliccate su Paese/regione e selezionate lo store degli Usa, accettate le condizioni di contratto con I agree, selezionate come metodo di pagamento None (nessuno), impostate un cap valido per gli Usa (cercatene uno su Google) e date l'ok. Come dicevamo in questo modo potrete scaricare solamente le app gratuite e quando ripasserete allo store italiano (con i medesimi passaggi), ecco che non riceverete più gli aggiornamenti dell'app dello store americano. Ma meglio che niente, no?

Per altre news dal mondo iOS e iPhone, non dimenticate di seguire anche i nostri amici di Melablog.

Via | Businessinsider

Foto | Screenshot dal video

  • shares
  • +1
  • Mail