Microsoft, update significativo Technical Preview di Windows 10

Microsoft presenta una nuova build della sua Technical Preview: sono oltre 7.000 gli update aggiunti alla lunga lista, tra cui l'arrivo di un centro notifiche

Microsoft 10 Technical Preview, il futuro di Windows

Microsoft fa fede alla sua strategia “all-in” per la futura versione di Windows: si sta impegnando con tutte le forze e l’ha dimostrato aggiornando la Technical Preview di Windows 10 con una nuova build, la 9860, che conta oltre 7.000 cambiamenti, update e modifiche rispetto alla precedente, uscita solo 20 giorni fa.

La principale e più vistosa tra queste innovazioni è il cosiddetto Action Center, quello che era stato presentato come un centro notifiche per il sistema operativo, e che abbiamo potuto vedere circa un mese fa in un video leak. Uno dei problemi più assurdi di Windows 8 era la carenza delle notifiche: le app effettivamente di tanto in tanto erano gentili da far comparire un popup per nuovi messaggi o altre comunicazioni necessarie, ma tale attività era estremamente ridotta e in ogni caso limitata alle sole app costruite apposta per l’interfaccia Modern. Il nuovo Action Center invece raccoglie notifiche da ogni attività, software e app del sistema per presentarle all’utente. L’interfaccia raggruppa le notifiche in modo da renderne facile la consultazione, anche e soprattutto perché (cosa tutto sommato strana per un centro notifiche!) c’è persino la cronologia, e possiamo andare indietro nel tempo per esaminare le nostre attività e quelle del sistema.

Purtroppo l’Action Center non è ancora quello che davvero vorremmo che fosse - cioè, si tratta di una beta. Mancano alcune funzioni chiave che siamo certi saranno implementate nel futuro, come ad esempio delle notifiche interattive. Per darvi un esempio di quanto sto descrivendo, basta prendere in mano uno smartphone Android per scoprire che dalle notifiche si può controllare la riproduzione delle tracce su Spotify, oppure rispondere direttamente con un “Mi piace” a un messaggio proveniente da Facebook.

Oltre a questo difetto, che chiaramente sarà sistemato, c’è anche lo stile stesso dell’app, la cui interfaccia utente è ancora lontana dall’essere definitiva. Ci aspettiamo molto dall’Action Center, insomma, perché è una di quelle feature che potrebbero rendere Windows 10 un sistema operativo finalmente piacevole da usare, oltre che stabile ed efficiente.

Altre novità


Non è il caso di fermarsi alla novità n°1 su 7000, quindi aggiungeremo anche qualche altro dettaglio sul resto: le scorciatoie da tastiera verranno espanse per accogliere funzioni utili al passaggio da un desktop all’altro, e gestire più monitor. Lo stesso passaggio tra i vari desktop sarà più curato, evidenziato da una animazione. Come Google ha fatto per Material Design, l’idea di Microsoft è quella di fare in modo che ogni attività dell’utente sia ben chiara e segnalata da una transizione o animazione. Altrimenti, come hanno fatto notare alcuni beta-tester, non ci si accorge neppure di aver cambiato schermo.

In ogni caso la nuova Windows 10 Technical Preview Build 9860 è marcatamente più instabile della precedente, a causa della grossa serie di update fatti tutti contemporaneamente. Per questa ragione, Microsoft ha implementato un nuovo sistema di aggiornamento, che consente al coraggioso utente delle Preview di aggiornare più lentamente, “incorporando pian piano nell’impasto” gli update più significativi.

  • shares
  • +1
  • Mail