L'angolo della nostalgia: i software di ieri, il rumore del modem dial-up

Il rumore dei vecchi modem è nella testa di chiunque li abbia usati.

A meno che non siate troppo giovani per ricordarlo, il suono qui sopra ha fatto parte della vostra vita per un bel po' di tempo. Si tratta infatti del classico rumore emesso dai modem per connettersi a Internet, nei tempi in cui ADSL e compagnia erano solo un miraggio.

Un suono scolpito nella mente di chiunque abbia avuto modo di ascoltarlo, anche se all'oscuro di cosa ci fosse dietro tutto quanto. In un vecchio post di Kotaku, ci viene offerta la spiegazione dell'esperta Oona Räisänen:

"Quando gli umani parlano, solo uno solitamente parla mentre l'altro ascolta. La rete telefonica sfrutta questa cosa e silenzia temporaneamente il canale di ritorno per sopprimere echi della voce di chi parla.

Ai modem questo non piace, visto che possono parlare molto bene allo stesso tempo (si chiama full-duplex). Il modem in risposta emette uno speciale tono che disabilita eventuali circuiti di soppressione sulla linea. Il tono ha anche alcuni 'scatti' (modulazione a 180°) che servono a disabilitare altri tipi di circuiti chiamati cancellatori d'eco.

Dopo questo i modem fanno la lista delle loro modalità di modulazione supportate e provano a trovarne una che conoscano entrambi. Fanno anche test della linea per vedere come essa risponde a toni di diverse frequenze, e quanto il segnale venga attenuato. Scambiano i loro risultati e decidono una velocità che sia accettabile per la linea."

Adesso vi è tutto più chiaro, no?

connessione

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 46 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO