Google spiega come combatte la pirateria online

Google tenta di mettere a tacere le critiche e illustra agli utenti come intensificherà la lotta alla pirateria digitale nelle prossime settimane.

google-pirateria


Google, accusata da più parti di non fare abbastanza per contrastare il diffondersi della pirateria digitale, ha appena tentato di mettere un freno alle critiche pubblicando il nuovo rapporto “How Google Fights Piracy”, come Google combatte la pirateria, e ci spiega come sono cambiate le cose nell’ultimo anno e quanto è stato fatto finora.

Tre le grandi novità, a partire dagli annunci pubblicitari sempre più improntati alla legalità. Se si fanno ricerche collegate a film e musica, tra gli annunci che Google propone agli utenti ci sono i link per raggiungere fonti legali come Amazon, Google Play o Netflix.

Lo stesso vale per i pannelli nella schermata destra di Google, quelli che danno una risposta veloce alle richieste degli utenti. Se cercate un artista o un attore, Google vi fornirà anche i link per trovare i loro prodotti in modo assolutamente legale.

Il secondo fronte su cui Google opera è quello delle richieste di rimozione DMCA. A partire dalla settimana prossima ci sarà il rollout di tutte le novità introdotte, che cambieranno il modo in cui tali richieste influenzeranno la visibilità di alcuni dei siti più famosi, sempre più a rischio di comparire tra i risultati principali.

Il terzo e ultime fronte potenziato da Google è quello dei termini disponibili per l’autocompletamento nelle ricerche degli utenti. Sempre a partire dalla prossima settimana il sistema di rimozione delle chiavi di ricerca sarà più severo e tanti siti verranno penalizzati dalle richieste DMCA.

Basteranno queste novità a rallentare il diffondersi dei contenuti digitali illegali? O almeno basterà a far tacere chi accusa Google di favorire la pirateria evitando di utilizzare il pugno duro? Lo scopriremo a breve.

Via | Google Public Policy

  • shares
  • +1
  • Mail