3 ragioni per abbandonare Google e passare a DuckDuckGo

DuckDuckGo è un search engine la cui popolarità è in crescita, e che risulta essere particolarmente interessante per le sue caratteristiche, che lo rendono profondamente diverso rispetto a Google, e per certi versi migliore.


Recentemente abbiamo parlato dei punti di forza dimostrati da Bing nei confronti dell’acerrimo nemico Google, ma oggi parliamo di un altro motore di ricerca, certamente meno noto ma sicuramente più amato e popolare presso chi lo usa del search engine di Microsoft: DuckDuckGo è un motore che non ci chiude in una bolla e non ci vuole vendere nulla, e soprattutto non usa i nostri dati per somministrarci pubblicità.

Sono piuttosto sicuro che questo articolo non convincerà nessuno ad abbandonare l’indubbia efficacia di Google per il piccolo e coraggioso DuckDuckGo, ma allo stesso tempo di sono ottime ragioni per tenerlo sempre a portata di mano nella nostra “cassetta degli attrezzi” informatica.

DuckDuckGo usa un motore che funziona in modo diverso da quello di Google




Il piccolo search engine ha il proprio web crawler, che è esattamente lo stesso tipo di software sfruttato da Google, ma ad esso supplementa un “intelligence layer”, che attinge a 100 e più fonti differenti e soprattutto filtra eliminando spam e domini “parcheggiati” privi di contenuti. Il crawler di DuckDuckGo non è il massimo della vita, siamo pronti ad ammetterlo, e per questa ragione con umiltà il piccolo search engine non ha problemi a chiedere aiuto a Bing e Yandex.

Il risultato finale è interessante, e soprattutto, sarà sempre diverso da quello di Google. Già questo di per sé è un’ottima motivazione a tenere presente DuckDuckGo. Ma aspettate, c’è di meglio.

DuckDuckGo non vi confina in una bolla: tutti i suoi risultati sono uguali per ogni utente




Google

, Bing e Yandex personalizzano i vostri risultati in base ai vostri dati personali che essi stessi hanno raccolto. Questi dati comprendono geografia e cronologia delle nostre ricerche precedenti.

DuckDuckGo non memorizza nessun dato degli utenti, e quindi i suoi risultati sono omogenei per tutti. Se cercate informazioni e siti, non farà preferenze di tipo corporate sui risultati da presentare

DuckDuckGo è ricco di funzioni che Google non ha




Uno dei punti di forza di DuckDuckGo è che sceglie di fare le cose in modo radicalmente diverso rispetto a Google, e spesso riesce ad azzeccare proprio quello che serve di più.

Per prima cosa, favorisce i siti e le webpage rispetto agli altri risultati, invece di mettere tutorial video di YouTube, immagini o di fornire le informazioni separate e poi scegliere per noi le pagine migliori in modo arbitrario. Una delle ripercussioni più interessanti di questo concetto è che su DuckDuckGo compaiono al primo posto le pagine ufficiali di cose, luoghi, persone e brand, sempre se esistono.

Ci sono altre feature rilevanti, interessanti e potenti - ma per oggi abbiamo finito lo spazio e presto torneremo sull’argomento!

  • shares
  • +1
  • Mail