Sony ha lanciato un gioco promozionale su Last.fm

Sony XB700 In realtà il gioco è stato inaugurato nella seconda metà di novembre, ma credo abbia ancora senso parlarne adesso — non soltanto perché si può ancora vincere (tanto i premi finali, quanto quelli settimanali): il Sanremo 2010 comincerà il prossimo 16 febbraio e se ne occuperanno i colleghi di Soundsblog.it. Ma c'è un altro festival che può attrarre anche l'attenzione di chi non ama la manifestazione sanremese.

Sto parlando del Sony Fantasy Festival: certo, si tratta indubbiamente di un'iniziativa promozionale per la promozione di Sony Soundville e della relativa gamma di prodotti... ma la formula è sicuramente intrigante: attraverso il login di Last.fm si può accedere al concorso, che prevede la creazione di un proprio festival – utilizzando $1.000.000 a disposizione – con 15 tra artisti e gruppi.

Questi ultimi sono selezionabili fra quelli presenti nel database di Last.fm e ognuno ha un valore predeterminato: ogni settimana i giocatori che hanno migliorato maggiormente la propria posizione nelle classifiche cui partecipano (a titolo predefinito si viene iscritti a quella generale di Last.fm e quella del proprio Paese) vincono un paio di cuffie Sony XB 700.

I fortunati vincitori della classifica generale potranno aggiudicarsi 4 biglietti per un evento musicale di respiro europeo, televisori ultrapiatti e sistemi audio/video completi: a prescindere è comunque interessante vedere come Yahoo! abbia realizzato un sistema di rating – chiamato nella circostanza *BUZZ – che è alla base dell'assegnazione dei punteggi.

Questo meccanismo, che neppure nella versione in lingua inglese viene spiegato nello specifico dell'algoritmo di ricerca, analizza con degli spider quante volte ricorre il nome di un cantante (o, di una band) nelle discussioni che s'intrattengono in rete: non è una caratteristica completamente inedita, ma ritengo particolarmente gradevole la sua applicazione in questo contesto — specie per la possibilità di riprodurre le playlist degli artisti in scaletta, laddove possibile a causa delle restrizioni sul diritto d'autore.

  • shares
  • Mail