Google Now ora lancia dadi e monete, aggiornamenti negli USA

Google Now ora permette di lanciare anche dadi e monete

google now dadi monete

Continuano gli aggiornamenti di Google Now, il motore di ricerca vocale di Google che può essere usato anche come launcher - cosa che consigliamo se non avete intenzione di impazzire con altre soluzioni -. Quello di oggi non è certo un mega-cambiamento come quello di Android Lollipop, versione 5.0 del sistema operativo mobile di Mountain View, ma sappiamo bene che un servizio può diventare utilissimo e migliorare l'esperienza utente anche a piccoli passi.

Approfondisci: come impostare l'utile compilazione automatica su Google Chrome

Stiamo parlando, per la precisione, di due nuove feature: Google Now consente di tirare un dado o di lanciare una moneta per prendere delle decisioni; mettiamo il caso che non sappiate che cosa fare e crediate nel fato, oppure che vi serva una monetina che non avete sul momento, beh, basterà dire a Google Now "roll a die" o "flip a coin" per obbligarlo a lanciare un dado da sei o trenta facce o la moneta che tutti avremo lanciato almeno una volta nella vita.

Approfondisci: la lista dei comandi di Google Now in italiano

Si tratta senz'altro di una bella novità, anche se, per il momento, è disponibile soltanto negli Stati Uniti d'America: scriviamo "per il momento" visto che non vi è alcun impedimento, né legislativo né di chissà quale altro tipo, all'arrivo dei dadi e delle monete virtuali nel resto del mondo e quindi anche in Europa.

Via | Insidesearch.blogspot.com

Aggiornato da MIK (16.00, 18/11/2014)

Google Now ora ricerca direttamente nelle app


google now

Come sapete, l'arrivo di Android Lollipop ha portato anche a dei grandi miglioramenti al servizio Google Now, motore di ricerca che ormai non ha bisogno di presentazioni e che rende l'esperienza utente senz'altro più completa (qui vi abbiamo indicato una lista di comandi in italiano che sicuramente vi torneranno utili): con la nuova versione Android arriva la ricerca in Material Design e anche la possibilità per gli sviluppatori di rendere il servizio disponibile nelle loro applicazioni. Una bellissima novità, che tornerà utilissima anche a noi utenti: vediamo perché.

Molti di voi sanno che tramite il motore di ricerca vocale basta dare delle indicazioni precise e vi saranno date risposte a quasi tutti i quesiti: oggi la situazione è migliorata notevolmente, perché potremo fare le nostre ricerche direttamente nelle applicazioni disponibili; mettiamo il caso che vogliate cercare qualcosa su YouTube, per esempio, non dovrete far altro che pronunciare "OK Google, cerca video di X su YouTube". Le applicazioni finora disponibili sono Trip Advisor, TuneIn e Trulia; prevista, per fortuna, anche la possibilità di impostare reminder vocali su Gmail.

Gli unici smartphone ad essere compatibili con il nuovo Google Now sono Nexus 6 e 9, oltre a Motorola Moto G e Motorola Moto X di seconda generazione: non temete, però, perché è normale che le funzioni saranno presto disponibili anche su tutti gli altri marchi.

Aggiornato da MIK (07.00, 14/11/2014)

Google Now, migliora la composizione vocale degli SMS


google now

Come tutti sapete, Google Now continua a migliorare notevolmente la propria offerta, e lo fa non senza sorprenderci, visto che le schede che Google ha aggiunto finora per rendere perfetto il suo motore di ricerca sono state davvero interessanti e utili: pensate alle ultime, per esempio, che sono giunte dopo il riconoscimento della punteggiatura in italiano e che riguardavano, purtroppo solo negli Stati Uniti d'America, le eclissi e le forze di polizia. Oggi le novità sono altre e l'utenza Google Now non potrà far altro che apprezzarle.

Da alcuni giorni, infatti, pare che chi usa il servizio potrà inviare un messaggio o un email con molta più facilità: alcuni utenti hanno segnalato che è stata attivata l'assistenza vocale che guida passo passo all'invio del messaggio di posta elettronica o del classico SMS; in effetti, basta scrivere "inviare messaggio" per trovarsi di fronte a un Google Now che chiede a quale numero di telefono inviare il testo, e, soprattutto, nel caso in cui ci fossero dei nomi uguali per il destinatario, quale dei tanti scegliere, prima di dare la conferma e chiedere l'invio.

Approfondisci: ecco quanti dipendenti ha Google

La funzione è disponibile soltanto su alcuni smartphone e non su tutti: non ci sarà bisogno di scaricare un aggiornamento su Google PlayStore, perché tutto avverrà automaticamente; ricordiamo, tra l'altro, che non bisognerà parlare in inglese, perché è sicuro che Google implementerà la nuova feature anche in lingua italiana: staremo a vedere come reagirà l'utenza a questo ulteriore passo in avanti. Interessante e utile, non trovate?

Aggiornato da MIK (20.00, 26/10/2014)

Google Now riconosce la punteggiatura in italiano


La punteggiatura arriva finalmente su Google Now

: non sappiamo quando sia iniziato il roll-out della funzione ma abbiamo provato personalmente e il sistema riconosce finalmente i segni di interpunzione, ovviamente in lingua italiana; vi basterà dire, infatti, "virgola", "punto", "punto e virgola" e così via, proprio per vedere scritta non l'omonima parola, bensì il segno di punteggiatura di riferimento: cosa che prima non accadeva, come ben sapete.

Il roll-out potrebbe non essere ancora terminato e quindi alcuni terminali potrebbero ancora non supportare tale funzione: è certo, comunque, che arriverà, per la felicità di tutti coloro che l'attendevano (anche se, diciamocelo, non è che cambia poi tanto l'esperienza utente finale).

Approfondisci: nuovi cambiamenti nel motore di ricerca Google

Ricordiamo che Google Now ormai ha raggiunto un livello di precisione e completezza davvero soddisfacente: il servizio di Google, infatti, non è soltanto un motore di ricerca vocale e testuale, ma anche un ottimo compagno di viaggio con i suoi suggerimenti; come ben sapete, fornisce informazioni di tutti i tipi in base alle nostre abitudini e alle nostre esigenze, arrivando a ricordarci persino il pagamento delle utenze domestiche e così via.

Approfondisci: Google conosce tutte le password WiFi del mondo

Certo, il lavoro di Google non si fermerà qui e sicuramente ne vedremo delle belle in futuro: al momento, però, non si può dire che Google Now sia un servizio poco utile; anzi, è forse uno dei migliori che l'azienda ha proposto nel corso dei suoi anni di attività.

  • shares
  • +1
  • Mail