Downloadblog a Social Networking in Dada

Social Networking in Dada

Ieri sera ho avuto modo di partecipare per Downloadblog al dibattito Social Networking in Dada, incontro organizzato dal gruppo Linkedin toscano dal nome ToscanaIN. Nella coloratissima sede di Firenze di Dada si sono incontrate circa 100 persone interessate per un motivo o un altro ai social network, con la partecipazione anche del presidente di Assodigitale Michele Ficara Manganelli e il sindaco della città Matteo Renzi.

In un'atmosfera molto informale e amichevole è stato proprio Ficara a dare inizio al dibattito salutando i presenti e presentando la "macchina infernale" di Friendfeed, con tanto di proiezione delle sue 33.000 e passa iscrizioni sull'applicazione davvero poco invidiabili da riuscire a seguire. Ma a quanto pare lui ci riesce, anche se non ci ha detto come.

Dopo il saluto del presidente di Assodigitale è stato il turno dell'avvocato Petrocchi, che ha spiegato i rischi sulla privacy nei social network e in Facebook in particolare, ricordando che se da un lato non è possibile rivalersi sul mezzo (e quindi sul social network stesso) per eventuali violazioni della sfera personale, dall'altro la legge è applicabile nei confronti di nostri "amici" che dovessero pubblicare foto sconvenienti ritraenti noi stessi.

Social Networking in Dada
Social Networking in Dada
Social Networking in Dada

I problemi principali su Facebook secondo l'avvocato (come del resto ricordato più volte su Downloadblog) consistono nelle difficoltà nel processo da seguire per la cancellazione del proprio account, oltre alla minaccia rappresentata dai tag altrui, rimediabili si ma a cose ormai già fatte. L'unico rimedio certo, lo diciamo ancora una volta, è quello di stare ben attenti alle impostazioni predefinite della privacy all'atto dell'iscrizione, e una volta dentro impostare le opzioni e i gruppi per proteggersi a dovere.

A seguire c'è stato l'intervento di Laura De Benedetto di Dada, presidente di ToscanaIN che ha presentato l'associazione a tutti i nuovi iscritti, introducendo gli argomenti dei prossimi incontri che vedranno a febbraio l'interessante argomento dei social network nella pubblica amministrazione. Il turno di Barbara Bellini, sempre di Dada, ha visto una descrizione delle funzionalità presenti nel social network musicale, con il quale ascoltare musica on demand anche su altre piattaforme come Facebook, al momento disponibile solo in Italia e USA. Secondo i dati citati, lo streaming starebbe quasi per mettere la freccia per il sorpasso nei confronti del download in digital delivery, per non parlare dei supporti fisici ormai destinati al dimenticatoio (sigh).

Dopo aver scatenato una piccola diatriba PC vs Mac, è stato presentato il servizio Play.me, non disponibile ancora in Italia, con il quale ascoltare musica in streaming a fronte di un piccolo pagamento mensile sfruttando anche l'integrazione con Twitter.

L'intervento più atteso è stato quello di Matteo Renzi, che si è dimostrato essere una persona molto competente in materia di web e di social network, ringraziando anzi questo tipo di comunicazione per aver vinto le primarie. Ricordando la diatriba legata a Napster, il sindaco di Firenze ha evidenziato come nel corso degli ultimi anni il web abbia cambiato anche la politica, sconvolgendone le basi al punto da influenzare anche in America le elezioni presidenziali.

Un ragionamento molto condivisibile è stato quello riguardante la partecipazione dei politici ai social network, che spesso si riconduce a una sorta di ufficio stampa allargato dove piazzare comunicati senza calore come se fosse una specie di casella postale. Secondo Renzi occorre invece mettersi in gioco in prima persona comunicando costantemente con chi segue il politico su Facebook o qualsiasi altro social network: il rischio è quello di passare per chi vuole sfruttare il mezzo solo in campagna elettorale attirandosi così più antipatie che simpatie.

La serata si è poi conclusa con un rinfresco al quale hanno avuto modo di rifocillarsi tutti i presenti: appuntamento al 25 febbraio con il prossimo incontro!

  • shares
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina: