Microsoft Sway è disponibile per tutti: ecco tutte le caratteristiche

La famiglia di Office si arricchisce di un nuovo prodotto: ecco Sway. Scopriamo cos’è e come funziona.

16 dicembre 2014 - Oggi, due mesi dopo la presentazione ufficiale e il lancio con inviti centellinati da Microsoft, Sway è diventato disponibile per tutti gli utenti in una versione riveduta e corretta.

L’ultimo arrivato nella famiglia di Office, lo strumento pensato per creare pagine web con uno stile elegante e senza particolari sforzi, apre ufficialmente i battenti e introduce una serie di interessanti novità, a partire dalla fondamentale possibilità di annullare e ripristinare le azioni eseguite.

La nuova versione di Sway, disponibile a questo indirizzo, permette inoltre di riordinare le varie sezioni in modo estremamente semplice, soltanto trascinando i contenuti col mouse o con un tap, e di importare i file PDF direttamente all’interno del documento di Sway.

A breve, parola di Microsoft, arriverà anche l’applicazione ufficiale per iOS, ora disponibile soltanto in Australia e Nuova Zelanda. L’app ha da poco aggiunto il supporto a iPhone 6 e iPhone 6 Plus e ora si prepara a raggiungere anche gli Stati Uniti e tutti i paesi anglofoni.

Microsoft presenta Sway: ecco tutte le caratteristiche

Microsoft, poche ore dopo la presentazione di Windows 10, ha lanciato un nuovo prodotto che va ad arricchire la famiglia di Office e che permetterà agli utenti di creare siti internet accattivanti e col minimo sforzo: ecco Sway, lo strumento di Redmond che promette a tutti di avere una pagina web con uno stile elegante, ma in modo assolutamente semplice grazie a un pratico editor visuale WYSIWYG.

Sway, a tutti gli effetti il successore dell’ormai defunto FrontPage, si poggia sui potenti server cloud Azure ed è stato pensato tenendo bene a mente la varietà di dispositivi che oggi hanno la possibilità di accedere a Internet. Questo significa che ogni creazione sarà dinamica e in grado di adattarsi al dispositivo da cui viene visualizzata, come potete vedere in quella embeddata qui sotto.

Come funziona Sway?

La nuova app vive completamente sul cloud, non necessità di alcuna installazione: sarà sufficiente collegarsi a questo indirizzo - parlo al futuro perchè Sway è ancora in fase beta ad inviti - e dopo aver eseguito il login cominciare fin da subito a creare la propria presentazione, esattamente come si costruirebbe una presentazione in Power Point, soltanto più interattiva.

Avrete a disposizione tutti gli strumenti basi, dalla scelta degli sfondi all’inserimento delle immagini, dai testi alle citazioni, dagli album fotografici ai video di YouTube, passando per le foto prese direttamente da OneDrive, il servizio cloud di Microsoft, ma anche inserire tweet e molto altro. Insomma, massima libertà creativa e risultati davvero sorprendenti: semplici sì, ma con un tocco professionale di tutto rispetto.

La cosa interessante, poi, è che non è necessario avere uno spazio online a disposizione, un dominio da gestire: ogni presentazione, se così vogliamo chiamarla, è embeddabile in una qualunque pagina web

Uno “Sway” è ciò che definiamo la tela che si crea utilizzando Sway, ed è molto più di un documento in senso tradizionale. E' realizzata interamente per il web e per i dispositivi. Uno Sway si adatta al dispositivo che lo sta visualizzando, piccolo o grande che sia, assicurandovi che le vostre idee ricevano sempre il trattamento migliore. Uno Sway nasce per il cloud: vi basta trasferire i documenti dal vostro spazio cloud, dai vostri device o dai social network.

Sway è ancora in versione preview, ma sarà lanciato ufficialmente nel prossimo futuro: per il momento potete gustarvi le creazioni messe a disposizione da Microsoft, cercando di scoprire le possibilità che il servizio può offrire, o richiedere un invito a questo indirizzo.

Per il momento gli Sway sono creabili soltanto da desktop, ma Microsoft ha promesso che in futuro saranno disponibili anche le applicazioni ufficiali per smartphone e tablet, assicurando così agli utenti libertà di creazione ovunque si trovino.


Via | Microsoft

  • shares
  • Mail