Google: stop alla censura in Cina e possibile chiusura

Google: stop alla censura in Cina e possibile chiusuraDalle pagine del proprio blog ufficiale, Google ha annunciato quello che ha definito un "nuovo approccio" per la Cina, in seguito a una serie di attacchi avvenuti a dicembre alle proprie infrastrutture collocate nella nazione, destinati a rubare dati sensibili di attivisti per i diritti umani cinesi operanti anche in Europa e America.

L'attacco non avrebbe coinvolto soltanto Google ma anche una serie di altre venti società operanti in vari settori, al punto che il colosso informatico avrebbe intrapreso una collaborazione con le autorità degli USA per fare chiarezza sulla vicenda. La reazione di Google è stata quella di annunciare un completo stop alla censura dei contenuti per Google.cn, con la "consapevolezza che ciò possa significare chiusura".

Mentre il CLO David Drummond ha definito immateriali i guadagni di Google in Cina, l'azienda intraprenderà una serie di colloqui nelle prossime settimane per capire col Governo cinese come proseguire con questa nuova linea senza censure, anche se tutto lascia presagira a un'effettiva chiusura in tempi brevi.

Aggiornamento: l'intera vicenda rischia di diventare un affare di stato tra Cina e USA. Il Segretario di Stato Hilary Clinton ha dichiarato che contatterà il Governo cinese per ottenere delle spiegazioni, e darà un aggiornamento sulla vicenda la prossima settimana.

  • shares
  • Mail
20 commenti Aggiorna
Ordina: