Evolution, un nuovo shop illegale nel darknet che vende anche carte di credito rubate

Evolution è molto più amorale di Silk Road: è un vero mercato di ladri, hacker e pusher. Ma è più sicuro e più veloce dei competitor.

22

I bassifondi della rete non sono troppo diversi da quelli delle metropoli: si può sconfiggere un criminale, o un’associazione a delinquere, ma prima o poi se ne formerà un’altra. Aver fatto sparire Silk Road non ha impedito che altri ne cogliessero il “modello commerciale” per creare qualcosa di nuovo, in un eterno perpetuarsi di trame alla Breaking Bad.

Evolution è uno di questi shop virtuali nascosti nella cosiddetta Darknet, siti su Tor che sono raggiungibili sono occultandosi e che sono davvero complicati da collegare a un essere umano con indrizzo, nome e cognome. Un cliente lì si può comprare una dose di qualche sostanza illegale e farsela spedire a casa senza destare troppo l’attenzione. Nessuno sa da dove arriva e chi l’ha spedita, ma arriva. Le fregature sono sorprendentemente poche e subito segnalate. Il mercato degli stupefacenti online è molto più affidabile di andare a caccia di un pusher in un quartiere malfamato.

Evolution non è tanto diverso da Slik Road, ma sembra essere molto popolare adesso - ed è ancora più criminoso. Non sono solo le sostanze illegali a essere oggetto di commerci, ma anche le carte di credito rubate e dati personali necessari agli accessi a servizi online. In poche parole Evolution commercia anche in dati trafugati dagli hacker, un po’ come il mercato nero sotterraneo tanto comune in Russia e nei paesi dell’est.

Silk Road aveva un po’ l’aria della foresta di Sherwood, ammantato di ideali liberalisti del “fai ciò che vuoi”, Evolution è semplicemente come quella casa abbandonata trasformata dagli squatter in un centro di smistamento per la droga e i beni illegali. Gente senza scrupoli che vuole fare i soldi. Ed è ben organizzato, quasi sempre online, offre 15.000 annunci o più contemporaneamente su stupefacenti, armi rubate e beni intangibili come identità sottratte illegalmente. E ha dei webmaster talentuosi e ben pagati che lo rendono molto più veloce dei rivali (come Agora o Silk Road 2). Le transazioni sono come al solito in Bitcoin, ma nessun hacker è riuscito ancora a violarne l’ottima sicurezza.

Evolution non ha praticamente freni morali, ma sta lontano dai reati contro i minori e il relativo commercio di contenuti audio/video, dagli omicidi, dal terrorismo e dalle truffe. Grane troppo grosse, evidentemente. Ma ogni volta che qualcuno compie un acquisto, finanzia criminali che lo mettono direttamente in pericolo e che vogliono derubarlo della sua carta di credito e credenziali online.

Via | Wired

  • shares
  • +1
  • Mail