GMail acquisisce la speech recognition su Nexus One

Nexus One GMail Non è un segreto per nessuno che Google abbia presentato il suo smartphone martedì, in una conferenza riservata per un gruppo selezionato di professionisti: il device è ancora in fase di pre-ordine per i soli Stati Uniti (in Europa, distribuito anche da Vodafone, arriverà soltanto a primavera) ma già fioccano le applicazioni ufficiali.

Una delle funzioni che ha più impressionato i primi fortunati tester è l'applicazione della speech recognition ai principali servizi di Google: tra questi c'è ovviamente GMail, attraverso cui è possibile comporre i messaggi con la voce — oltre a richiamare i contatti della rubrica. Certo, "scrivere" la punteggiatura a voce può risultare piuttosto ridicolo (ma è tra le possibilità).

L'integrazione di GMail su Nexus One include già tutte le feature previste per Android (il cellulare sfrutta già Eclair, la versione 2.1 in uso anche su Motorola Droid) come account multipli e funzione di "undo" in caso d'errori, che però non riguarda ancora l'invio di messaggi. Questo è soltanto l'inizio di una serie di servizi – alcuni sono già presentati – per il nuovo cellulare.

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: