Su Twitter il Follow Friday è in calo


Apprendiamo dagli attentissimi blogger di The Next Web che una delle pratiche più universalmente riconosciute e apprezzate su Twitter - il cosiddetto "Follow Friday" - è stabilmente in calo da qualche tempo.

Il Follow Friday consiste nel consigliare ai propri follower degli utenti che ritieniamo particolarmente meritevoli di essere seguiti, sempre di venerdì. A partire da luglio 2009, la presenza del tag #followfriday nei trend di Twitter è andata calando progressivamente.

Effettivamente, non è senza un certo sollievo che apprendiamo di questo fenomeno. Soprattutto da noi in Italia è un po' di settimane che la pratica del "Follow Friday" somiglia sempre di più a un vero e proprio piccolo-medio spam approvato dalla community. E non solo il fenomeno riempie sempre di più le timeline degli utenti, già oberate da molti messaggi non proprio rilevanti né autorevoli (sono troppi i "buongiorno!" e "buonanotte!").

Il punto è che guai a non rispondere a un Follow Friday o quantomeno a ringraziarne l'autore, nel caso si fosse stati citati. Questo tipo di legami, questo tipo di interdipendenza potrebbe almeno in parte rovinare il piacere autentico di comunicare via Twitter, a lungo andare. All'origine l'aspetto più sano di Twitter risiedeva - e risiede, in parte, ancora - nella grande libertà di "followare" (o "seguire") solo ed esclusivamente chi ci interessa e chi ci stimola. Non chi potrebbe offendersi se non lo seguiamo anche noi.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO