Mega bloccato in Italia dal Tribunale di Roma. Il CEO: “blocco illegale e sproporzionato”

Il successore di Megaupload è tra i 24 nuovi siti bloccati in Italia su ordine del Tribunale di Roma insieme al russo Mail.ru.

Portrait Session with MEGA Limited Executives

Qualcuno di voi se ne sarà accorto, per tutti gli altri sarà un’amara sorpresa: l’accesso a Mega, il successore di Megaupload, è stato bloccato in Italia nei giorni scorsi insieme a quello di altre 23 siti che, secondo quanto stabilito dal Tribunale di Roma, ospitavano - e continuano a farlo - materiale protetto da copyright.

A confermarlo è il sempre attento Fulvio Sarzana, avvocato specializzato in diritto d’autore, che ne spiega anche il motivo:

Il Giudice delle Indagini preliminari di Roma Costantino de Robbio, su richiesta della locale procura, ha disposto il 14 luglio scorso il sequestro preventivo di 25 portali internazionali, in massima parte cyberlocker, per violazione della legge sul diritto d’autore, affidandone l’esecuzione alla polizia postale di Roma.
Il titolo di reato è l’art 171 ter, comma 2 della legge sul diritto d’autore.
Leggi anche: Megaupload, slitta al 2015 l’udienza per l’estradizione di Kim Dotcom

Il sequestro sarebbe stato disposto in seguito alla segnalazione di un piccolo distributore italiano indipendente che denunciava la presenza, sui portali incriminati, di copie di due film da lui distribuiti - The Congress e Prossima Fermata Fruitvale Station, entrambi distribuiti in Italia dalla Wider Films.

Di seguito l’elenco di siti e portali il cui accesso è stato inibiti nel corso di questa operazione denominata Eye Moon:

  • mega.co.nz

  • mail.ru

  • cineblog01.net

  • cineblog01.tv

  • ddlstorage.com

  • divxstage.eu

  • easybytez.com

  • filminstreaming.eu

  • filmstream.info

  • firedrive.com

  • movshare.sx

  • nowdownload.ag

  • nowdownload.sx

  • nowvideo.sx

  • piratestreaming.net

  • primeshare.tv

  • putlocker.com

  • rapidvideo.tv

  • sockshare.com

  • uploadable.ch

  • uploadinc.com

  • video.tt

  • videopremium.me

  • youwatch.org

Approfondisci: Mega si rinnova, arrivano le applicazioni per iOS, Windows, Mac e Linux

Come accade sempre in questi casi, occorre precisarli, i siti coinvolti continuano ad operare senza alcun problema, è il loro accesso dall’Italia ad essere stato inibito, ma come ben saprete esistono numerosi metodi, anche estremamente semplici, per aggirare questo blocco.

Ecco il nuovo Mega
Stephen Hall, CEO di Mega, ha così risposto alla notizia del blocco in Italia:

Crediamo che il blocco adottato in Italia sia illegale. Il blocco è stato imposto sulla base della segnalazione di un piccolo distributore per due film, ma l’effetto di questo blocco è del tutto sproporzionato.

Con ogni probabilità, almeno per quanto riguarda Mega, si tratterà di un blocco momentaneo. L’azienda ha già fatto sapere di essere al lavoro per permettere ai cittadini italiani di tornare ad accedere al servizio senza dover ricorrere a proxy e simili. La prossima settimana verrà presentato un ricorso in appello.

Via | TorrentFreak

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 55 voti.  
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE TECNOLOGIA DI BLOGO