Facebook, esplode il fenomeno "relfie": le coppie postano foto e l'utenza s'infastidisce

Si chiamano "relfie" e proprio non piacciono all'utenza Facebook: ecco gli ultimi dati provenienti direttamente da una ricerca

alessandro matri e federica nargi

Un tempo esistevano i "selfie", i tanto amati selfie; adesso esistono i "relfie" e le coppie ne sanno qualcosa: parliamo di un fenomeno che su Facebook è molto diffuso - quasi esploso, oseremmo dire - e che consiste essenzialmente nella pubblicazione di foto da parte di una coppia di fidanzati; foto in cui si è sempre felici, ovviamente, e che possono essere accompagnate o meno da messaggi altrettanto sdolcinati.

Ecco come Facebook influenza le nostre emozioni

Come reagisce l'utenza dinanzi ai relfie? Con gioia, certo, ma a tutto c'è un limite: i "relfie" - la parola è nata dalla fusione fra "relationship" e "selfie" - proprio non vanno giù se postati in continuazione e senza criterio; danno l'idea di una coppia farlocca, che vuole apparire felice a tutti i costi in tutti i momenti della giornata: situazione che - come ben sapete - è tutt'altro che verosimile (e i nostri amici di Gossipblog ne sanno qualcosa).

Un tale stato di cose emerge dalle ricerche condotte da Benjamin Le, insegnante dell'Haverford College della Pennsylvania, che si è avvalso dell'aiuto di ben trecento utenti: i primi duecento hanno dovuto inserire relfie su Facebook e fornire i dati del proprio account affinché la ricerca proseguisse; gli ultimi cento, invece, hanno dovuto esprimere un giudizio su questo comportamento, e cioè sulla pubblicazione insistente dei selfie di coppia.

Ecco come avere tantissimi "mi piace" su Instagram

Il risultato? Sarà descritto dettagliatamente in un prossimo libro del professore e nel nuovo numero della rivista Personal Relationships; adesso, però, possiamo dirvi che l'atteggiamento di pubblicazione insistente è ritenuto non solo farlocco ma anche fastidiosissimo: se siete fidanzati e volete raccogliere "mi piace" su Facebook o Instagram, insomma, cercate di trattenervi e di non invadere la home dei vostri contatti (ammesso che vi interessi qualcosa del giudizio della gente).

Via | La Stampa

  • shares
  • +1
  • Mail