Firefly, come funziona il software del Fire Phone che riconosce ogni oggetto?

Come funziona Firefly, il servizio di Amazon pensato per il Fire Phone che consente all'utente di riconoscere ogni tipo di oggetto, canzone o film?

firefly-amazon-fire-phone

Il mondo è rimasto affascinato e perplesso dal Fire Phone che Amazon ha presentato ieri a Seattle. Troppo caro? Troppo dipendente da strani “trucchetti” come il suo “non proprio 3D” a prospettiva dinamica? Una cosa è sicura: possiamo tranquillamente definirlo una macchina da shopping definitiva. Anzi, è proprio costruito per indurre l’utente a comprare roba, mettendo un prezzo letteralmente a tutto quello che è all’interno del suo campo visivo grazie al suo software di bordo più unico, Firefly.

LA STORIA: Amazon Fire Phone, cos'è, come è fatto e come funziona - continua su Mobileblog

Firefly è così importante per il Fire Phone da avere addirittura un tasto fisico dedicato ad esso, altro che macchina fotografica per i selfie!

Che cos’è Firefly


Immagini dell'Amazon Smartphone

Firefly è una maniera per identificare qualsiasi cosa nel mondo circostante, un esempio di realtà aumentata finalmente funzionale e utile. Basta puntare la fotocamera da 13MP verso quello che vogliamo, e subito Amazon si metterà al lavoro su di essa se premiamo il pulsante apposito.

Firefly può identificare un sacco di cose diverse:

  • Oggetti di ogni tipo, come cibo, libri, giornali, automobili

  • Spettacoli come film e telefilm

  • Musica e canzoni

  • Quadri e monumenti

  • Numeri di telefono

  • Indirizzi di privati ed esercizi commerciali

E come se non bastasse, se l’oggetto scansionato è suscettibile di interesse commerciale (ovverosia è in vendita da qualche parte), allora Amazon ci porta al suo store o a uno degli store affiliati per fare un confronto di prezzo al volo e dirci se ci conviene comprarlo online.

Questo vuol dire che qualsiasi negozio fisico da oggi deve tremare nel momento in cui vede un utente tirare fuori il suo smartphone, se solo vede il logo del retailer - Amazon ha le carte giuste per vincere la gara dei prezzi e un mezzo per stimolare un acquisto impulsivo da far recapitare direttamente a casa in seguito, lasciando il commerciante locale a bocca asciutta.

Firefly: come funziona?


Una volta che abbiamo inquadrato l’oggetto con il nostro (carissimo) Fire Phone, Firefly spedirà una serie di dati ad Amazon stessa. Questi dati sono un’elaborazione rapida dell’immagine stessa.

Prima di tutto il software compensa la prospettiva, legge tutte le scritte e i numeri e le separa, cattura codici a barre e QR-code. Non si basa però solo su questi ultimi, anzi, compara le immagini e le scritte ricevute da un vasto database che contiene molto di più di codici a barre. Prova ne sia che Firefly identifica anche canzoni, colonne sonore, indirizzi e numeri di telefono - tutte “entità” che non hanno codici a barre o non sono sul mercato.

Più di 100 milioni di oggetti sono identificabili dai dati di Amazon, ma ovviamente si tratta di una banca dati in evoluzione, che conoscerà il suo boom quando dei veri utenti inizieranno a usarla.

Per finire, non è solo il numero di oggetti a essere oggetto di un’espansione. Amazon conta molto sull’SDK di Firefly e sull’opera degli sviluppatori di terze parti che presto saranno intenti a potenziare e rendere più flessibile l’algoritmo, dandogli nuovi sfoghi e sbocchi.

  • shares
  • +1
  • Mail