Kriticalmass, il sito di crowdfunding a scopo benefico

Scoprite Kriticalmass, nuova comunità votata al crowdfunding di cause umanitarie e beneficienza: fondi, esperienza e volontariato possono essere in breve tempo radunati con il potere di Internet.

Kriticalmass è una piattaforma di crowdfunding benefico

Kriticalmass è un sito di crowdfunding per cause benefiche, che al contrario di Kickstarter non va a stimolare gli istinti consumistici dell’utente ma cerca di creare una community interessata a fare la differenza.

Il supporto possono essere fondi, ma anche volontariato o esperienza in qualche campo relativo all’obiettivo della campagna. Se al termine della campagna stessa l’obiettivo è raggiunto, allora supporto (ed eventuali ricompense) vengono scambiate e l’idea prende vita.

LEGGI ANCHE: I progetti di Kickstarter più interessanti visti da Gadgetblog

Il crowdfunding in pochi anni si è imposto come un fenomeno sociale, passando da semplice moda a motore economico che può far la differenza tra il successo globale e l’oblio per un progetto. Inizialmente i grandi botti li facevano i progetti di Kickstarter, gadget desiderabili che non avevano ricevuto l’attenzione dell’industria mainstream.

Poi ci si è resi conto che anche un progetto artistico come un videogame o un film potevano essere oggetto di crowdfunding, e infine si è preso coscienza della vera portata di questo metodo di raccolta fondi: con la giusta visibilità anche una campagna umanitaria può mettere le ali e conquistare il finanziamento necessario per volare.

Kickstarter è pieno di simili iniziative, talvolta di successo e talvolta fallimentari, ma nessuno prima di Kriticalmass ha pensato a creare una piattaforma dedicata esplicitamente al crowdfunding benefico.

Alem 2 Rio 2016

Kriticalmass è una piattaforma di crowdfunding benefico

Un esempio di campagna che sta venendo sponsorizzata su Kriticalmass è Alem 2 Rio, un piano di finanziamento per portare Ame, Mumuni, ciclista paralimpico, alle paraolimpiadi di Rio. Alem è il primo ciclista paralimpico del Ghana, e lavora anche come volontario per una scuola in una zona disagiata, ed è riuscito a radunare fondi sufficienti per l’educazione primaria e secondaria di 27 bambini ghanesi.

#Alem2Rio2016 è l’hashtag dell’impresa, il cui scopo è quello di nutrire la consapevolezza nei riguardi dei giovani ghanesi in situazioni svantaggiate e cambiare la percezione del popolo del Ghana nei confronti di chi è affetto da disabilità.

  • shares
  • +1
  • Mail