USA, 12enni accoltellano una coetanea e danno la "colpa" al meme di Slender Man

Le due giovanissime hanno ammesso di aver agito perchè temevano che Slender Man avrebbe massacrato le loro famiglie.

Terribile caso di cronaca nera in arrivo dagli Stati Uniti e tristemente collegato a Slenderman, il meme creato nel 2009 nel forum Something Awful dall’utente Eric Knudsen. Due ragazzine di 12 anni, Morgan Geyser e Anissa Weier, hanno aggredito a coltellate una loro coetanea temendo che Slenderman avrebbe sterminato le loro famiglie se non avessero ucciso la loro amica.

E’ quanto emerge dai verbali compilati dopo l’arresto delle due giovanissime, che ora, se la vittima non dovesse sopravvivere, potrebbero essere condannate a 65 anni di carcere. Morgan e Anissa hanno ammesso di essere convinte che Slenderman fosse reale e che da tempo avesse cominciato a seguirle con l’intenzione di trasformarle in Proxy, creature controllate mentalmente dallo stesso Slenderman e capaci di eseguire ogni suo ordine.

Il meme Slenderman

Slender - un gioco da brividi anche in pieno agosto

La suggestione delle due giovanissime era arrivata a livelli patologici, quel personaggio di fantasia senza volto e in smoking nero e cravatta rossa era diventato un’ossessione, qualcosa che popolava i loro incubi. Erano convinte di vederlo e di essere soggiogate dai suoi poteri al punto da arrivare a uccidere pur di liberarsi di lui.

Per quattro mesi le due bimbe del Wisconsin hanno pianificato tutto nei minimi dettagli e nei giorni scorsi hanno messo in atto il loro piano: hanno portato la loro amica in un bosco e lì l’hanno colpita con 19 coltellate, lasciandola lì in fin di vita.

La 12enne è stata rinvenuta e trasportata in ospedale, dove ora lotta tra la vita e la morte, mentre Morgan Geyser e Anissa Weier sono rinchiuse in un centro di detenzione per minorenni, accusate di tentato omicidio di primo grado.

Le origini di Slenderman

Il meme Slenderman

Slenderman, o Slender Man che dir si voglia, è uno dei tanti fenomeni nati sul web, un personaggio immaginario presente in molte opere di narrativa online. La sua prima apparizione, come dicevamo in apertura, risale al 10 giugno 2009 su Something Awful: Knudsen, con lo pseudonimo Victor Surge, ha pubblicato due foto in bianco e nero ritoccate con Photoshop che ritraevano un gruppo di bambini e, sullo sfondo, questa misteriosa figura spettrale.

Un bimbo chiede una banana a un utente Reddit: è subito meme

Quello, alto più di due metri e con braccia lunghe che arrivano quasi a sfiorare il terreno, era Slender Man, la cui mitologia si plasmata nel corso del tempo. Può provocare danni alle apparecchiature elettroniche e dare agli umani sintomi come nausea, tosse di sangue e perdita dei sensi. Può arrivare anche a controllare la mente delle persone grazie ai suoi tentacoli dal potere ipnotico.

I bambini sono il suo target preferito, li segue e si rende visibile soltanto al malcapitato di turno. Il fenomeno Slenderman, però, è esploso nel 2012, quando uscì il gioco Slender, di cui trovate un video in apertura, che vedeva il protagonista impegnato a raccogliere 8 pagine in un bosco di notte evitando di venir presi di mira dalla misteriosa e temibile creatura.

E siamo certi che, purtroppo, questa pagina di cronaca contribuirà tristemente a dare eco e risalto a questo personaggi mitologico nato e diffusosi online.

Via | CNN

  • shares
  • +1
  • Mail