Twitter e Facebook a rischio chiusura in Russia

In Russia Facebook e Twitter rischiano la chiusura: ecco tutti gli ultimi aggiornamenti

Una situazione che sicuramente degenererà, quella di Facebook e Twitter in Russia: i due social network, infatti, sono vicini alla chiusura, anche se a parlare non è stato Vladimir Putin, ma l'agenzia di supervisione dei media - Roskomnadzor Maksim Ksenzov - che, durante una lunga intervista all'Izvestia, ha sottolineato che le richieste avanzate dalle autorità russe a Twitter non sono state ascoltate e "continuano a rimanere senza risposta".

All'argomento hanno dedicato fiumi di caratteri non poche agenzie, tutte certe del fatto che, se la situazione non dovesse cambiare, al crollo in borsa Twitter dovrà aggiungere anche un altro fallimento (o pseudo tale), vale a dire quello della chiusura del suo social network in Russia, come già successo in Turchia.

Scopri perché i social network riducono l'autostima

Richieste inascoltate, chiusura vicina?


primo piano putin

Le richieste dell'autorità riguarderebbero gli account falsi, le violazioni delle norme per la protezione dei dati personali e anche la cancellazione di contenuti estremisti: tutte situazioni piuttosto critiche, insomma, che legittimerebbero la procura generale a chiudere la rete sociale dei cinguettii; e tutto potrebbe avvenire senza regolare processo, come fa notare AdKronos:

Di recente [è stata] introdotta in Russia una norma che rende possibile la chiusura di siti web, inclusi i social network, sulla base della sola richiesta della procura generale, senza la valutazione di un giudice, in seguito alla pubblicazione di contenuti giudicati estremisti. Norma che ha subito colpito oppositori come Alexei Navalny e Gary Kasparov.

TMNews, invece, sottolinea che

Poi lo stesso ente, il Roskomnadzor, ha annunciato che non bloccherà la risorsa. Eppure a molti a Mosca il fatto che i social network americani non abbiano server in Russia e siano poco controllabili, è qualcosa che non va giù. "Violano la legge" secondo Ruslan Gattarov, vice governatore della regione di Celiabinsk ed ex senatore del Consiglio della Federazione. E come lui la pensano in molti. Anche il Cremlino. Tranne il premier evidentemente.

La situazione per Twitter, insomma, non è delle migliori - e pure Facebook, sulla base di quanto detto, corre non pochi rischi -: quale sarà la sorte dei due social network?

Via | AdKronos | TMNews

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail