Twitter, guida al nuovo profilo: ecco come configurarlo

Preparatevi ad aggiornare le vostre pagine del profilo di Twitter, perchè oggi inizia il rollout della nuova grafica, e interesserà tutti gli utenti del mondo. Ecco come adattarsi senza traumi.

galleria del nuovo profilo di Twitter

Come promesso, Twitter ci porta una ventata di novità alle sue pagine dei profili, modificandole e rendendole… Altrettanto familiari! Se la prima cosa che vi viene da pensare oggi quando il rollout vi porterà la nuova pagina è di essere tornati su Facebook, allora non sarete i soli.

I nuovi profili saranno distribuiti agli utenti di tutto il mondo nelle prossime ore. Non sarete ancora costretti a cambiare nulla, badate bene, ma se darete l’ok vi ritroverete obbligati a fare qualche piccolo aggiustamento. Vediamo assieme le feature di questi nuovi profili, e la maniera per personalizzarli.

Guida ai nuovi profili di Twitter


Come succede con la pagina del profilo di Facebook o Google+, noi visitiamo piuttosto raramente la nostra. Però vediamo spessissimo quelle degli altri, e allo stesso modo visitatori e curiosi vedranno la nostra. Avere un profilo ordinato, o per lo meno senza spazi lasciati vuoti, non è quindi una semplice questione di vanità, ma un piccolo biglietto da visita, la cui importanza risulta essere direttamente proporzionale a quella che assegnamo a Twitter nei nostri rapporti social. Il profilo lo vedremo poco, quindi, ma è il caso di curarlo.

ATTIVARE I NUOVI PROFILI
galleria del nuovo profilo di Twitter

Se siete stati raggiunti dal rollout, allora visitando Twitter noterete un messaggio in cima alla pagina, che vi avvisa della possibilità di provare il nuovo profilo. Cliccate su ok, non è definitivo. Sarete portati alla nuova pagina del profilo e lì potrete seguire un rapido tour. Se accettate, il nuovo profilo sarà definitivo per voi.

SCEGLIERE L’IMMAGINE DI PROFILO
galleria del nuovo profilo di Twitter

L’immagine del vostro profilo è diventata molto più grande di quella precedente. Il vostro vecchio avatar sarà probabilmente un po’ sgranato. Scegliete una nuova immagine (vi sarà data la possibilità di scattarne una sul momento - di solito una pessima scelta!) e sostituitela. Twitter la ridimensiona ma il formato preferito è 400x400, quindi una foto quadrata.

SCEGLIERE L’HEADER
galleria del nuovo profilo di Twitter

Cliccate sullo spazio in cui caricherete l’header/copertina - alla prima configurazione dovrebbe essere libero. Comparirà subito un menù per l’upload, e potrete gestire leggermente l’immagine, zoomandola con una slide apposita.

Il problema, l’avrete capito subito, è di trovare una immagine adatta alla copertina. Non ha nulla a che fare con il tema, si tratta di un’altra immagina larga e sottile che ricorda molto da vicino quelle usate per Facebook. In questo caso la larghezza massima è di 1.500 pixel. L’obbligo qui è di essere creativi o per lo meno eleganti. Trovate una foto adatta, fate in modo che sia in armonia con lo sfondo, e provate finchè non trovate qualcosa che vi piace.

Una versione ridotta di questa copertina comparirà sempre sopra alla vostra foto anche nello stream.

PINNARE UN TWEET
galleria del nuovo profilo di Twitter

Una delle feature che ci sono piaciute di più del “nuovo” Twitter è quella - anche qui simile alle Pagine di Facebook - di pinnare un post in cima al nostro profilo, così, come introduzione. Anche se scorrerà via nel nostro lifestream, insomma, resterà là a dare il benvenuto ai visitatori. Oppure, se ci va, potremo sfruttarlo come status, cambiandolo assieme al nostro umore.

Trovate questa nuova funzione sotto a “More”, alla base di ciascun nuovo tweet (dove ci sono i tre puntini).

Conclusioni


Graficamente, il nuovo profilo di Twitter colpisce molto positivamente. Non è stato solo eliminare il leggero strato di polvere che caratterizzava un’interfaccia davvero vecchia, è stato proprio un cambiamento a livello concettuale.

Approvo alcune scelte del team di designer del social media, come ad esempio le grandi immagini, la possibilità di pinnare, la scomparsa di elementi inutili e il posizionamento di foto di profilo e dettagli personali sulla sinistra, dove sono ben visibili. Ci sono altre idee che trovo discutibili, invece, come ad esempio la dimensione dei caratteri variabili tra i tweet, con quelli più rilevanti o recenti che diventano letteralmente giganteschi, stile telefono per la terza età.

Il cambio di ritmo grafico è tuttavia un buon segno: Twitter ha bisogno di dinamismo, anche se al momento ciò di cui ha più bisogno è proprio di attirare nuovi utenti, e di richiamare quelli poco interessati che hanno lasciato lentamente svanire il proprio coinvolgimento sulla piattaforma.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail