Heartbleed, Apple rassicura l'utenza: "iOS e OS X non usano OpenSSL"

Apple ha confermato che nessuno dei suoi sistemi è affetto da Heartbleed

Su Gadgetblog vi abbiamo proposto un'applicazione per controllare se Heartbleed ha colpito anche il vostro smartphone o tablet e vi invitiamo caldamente a farlo, per quanto Google non abbia ancora pronta una patch risolutiva del problema e quindi non possiate fare molto. Se siete utenti Apple, però, potrete dormire sonni tranquilli, perché la compagnia si è espressa chiaramente in una dichiarazione rilasciata a Re/Code:

"Apple prende la sicurezza molto sul serio. iOS e OS X non hanno mai incorporato il software vulnerabile, e anche i principali servizi basati sul web non sono stati colpiti".

Il rischio, insomma, è pari a zero: tutti i portali Apple, Apple.com e iCloud, per non parlare del forum, non usano OpenSSL, a differenza dei dispositivi Android e di tutto il resto dei siti web; vi ricordiamo, infatti, che il 66% delle pagine è stato affetto dal bug e che tutte le aziende hanno fortunatamente risolto il problema, invitando gli utenti, però, a cambiare password immediatamente: tra le principali ricordiamo Dropbox, Facebook, Google, LastPass, Steam, Yahoo! e molti altri ancora, quindi occhio a non sottovalutare il problema.

La risposta di Seggelmann alle polemiche


apple heartbleed

Risuonano ancora, intanto, le parole di Seggelmann, sviluppatore a cui il problema è stato attribuito:

“Questa volta si è trattato solo di un errore di programmazione in una nuova feature, che sfortunatamente si è manifestata in un’area rilevante per la sicurezza. Non era intenzionale, ovviamente, anche perché io mi sono impegnato a tappare falle di OpenSSL e cercavo di dare il mio contributo al progetto”.

Speriamo che la vicenda si evolva nel migliore dei modi.

Via | Melablog

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail