BitTorrent e il file sharing vietati (in Antartide)

BitTorrent e il file sharing vietati (in Antartide)

Sembra che l'Antartide sia il continente delle sorprese informatiche. E così, mentre Firefox detiene nel continente di ghiaccio il 100% delle quote di mercato, oggi scopriamo che la stessa Antartide è il territorio meno ospitale per bittorrent e il peer-to-peer.

Infatti l'U.S. Antarctic Program ha vietato l'utilizzo dei protocolli di file sharing. Nel comunicato ufficiale viene dichiarato che spesso i software come BitTorrent, LimeWire, KaZaa ecc... vengono utilizzati anche per compiere operazioni illegali e hanno il potenziale per portare software dannoso sulla rete del continente antartico.

Una dichiarazione alquanto provocatoria, visto che sul continente lavorano scienziati che sanno usare un computer e riconoscere un software dannoso da comuni file. E' un peccato che spesso non si riesca a distinguere una tecnologia dall'uso improprio che se ne fa. BitTorrent e il peer-to-peer non sono di per sè dannosi, ma è l'uso sbagliato che è un problema.

Chissà se i pinguini che abitano laggiù organizzeranno una qualche forma di sciopero...

Via | Downloadsquad.com

Foto | Flickr

  • shares
  • +1
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: