Facebook, apre fan page e Ferrari lo denuncia

Apre una pagina Facebook che raggiunge 500mila fan e Ferrari lo denuncia: ecco perché

Aprire una fan page su Facebook non è proprio semplice: può succedere che chi conosce da vicino il personaggio in questione ne pretende la chiusura, così come può accadere che sia una vera e propria azienda ad accampare pretese di vario tipo. Quanto accaduto a Sammy Wasem è inquadrabile in questa seconda situazione: il ragazzo aveva quindici anni quando iniziò a far crescere una pagina dedicata alla Ferrari; pagina che ebbe un tale successo da raggiungere 500mila fan nel corso del tempo, diventando una delle più seguite nel mondo automobilistico.

Pensate che dopo sei anni Ferrari ha deciso di denunciare il 21enne per violazione di copyright, in quanto avrebbe venduto prodotti legati al marchio; accusa assolutamente infondata, secondo Sammy Wasem:

"Non hanno scrupoli. Hanno infranto il sogno di un ragazzino".

L'azione legale - ha spiegato Stefano Lai, portavoce di Ferrari - non è stata presa contro Facebook, ma contro i Wasem:

"Il problema non è con Facebook o con i nostri tifosi, ma con chi tenta di utilizzare la proprietà intellettuale della Ferrari per fare soldi fuori da esso".

Successe anche a Coca Cola


stemma ferrari

Non siamo dinanzi al primo caso di questo tipo: lo stesso è successo, per esempio, a Coca-Cola, che, nella stessa situazione, piuttosto che sporcarsi l'immagine - ammesso che per molti sia così -, denunciando un fan, ha deciso di assumere coloro che hanno aperto pagine e forse venduto prodotti con il suo marchio. Chissà come andrà a finire questa storia e se pure Ferrari, alla fine, deciderà di evitare le vie legali.

Via | Tgcom 24

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: