Telegram, aggiornamento introduce supporto al nome utente

Ecco tutte le novità portate dagli ultimi aggiornamenti di Telegram

Come tutti sapete, Telegram è un servizio di messaggistica che non ha ancora lo stesso successo di WhatsApp, e forse non lo avrà mai, visto che la differenza di utenti è davvero enorme; ciò non vuol dire, però, che la qualità del servizio sia inferiore: anzi, è davvero ben fatto - come senz'altro avrete notato - e poi offre funzionalità che mancano all'applicazione acquistata da Mark Zuckerberg.

Oggi vi parliamo dei recenti aggiornamenti che hanno coinvolto Telegram, ormai arrivato alla versione 1.9.5:


  • L'azienda ha introdotto il supporto al nome dell'utente: adesso è possibile impostarlo nella sezione "Impostazioni" ed è anche possibile cercare la persona tramite il suo nome dalla sezione "Contatti";

  • Su Telegram sarà possibile usufruire della modalità "Tieni premuto per vedere" per foto e video con timer (che si distruggeranno, ovviamente, dopo poco tempo);

  • Arrivano le notifiche di screenshot e nuovo timer flessibile nelle chat segrete.


Come vedete, si tratta di aggiornamenti che non migliorano notevolmente l'esperienza utente; ciò non vuol dire, però, che non facciano piacere: quello del nome utente, per esempio, è un aggiornamento che servirà a molti e che un po' ci aspettavamo.

Approfondisci: scopri come usare WhatsApp sul PC

Vi ricordiamo che l'obiettivo di Telegram - come si legge nella presentazione del servizio - è quello di offrire velocità, sicurezza, e archiviazione illimitata, ovviamente potenziando tutte le feature legate alle chat: non mancheremo di aggiornarvi sul futuro dell'applicazione.

Aggiornato da MIK (20:00, 23/10/2014)

Aggiornamenti Telegram: introdotta lingua italiana


telegram messenger

Abbiamo dato un'occhiata agli ultimi aggiornamenti di Telegram e ci siamo accorti che il servizio di messaggistica istantanea è stato soggetto a notevoli cambiamenti dal famoso boom di iscritti avvenuto dopo le ore da incubo di WhatsApp (esplosione che ha interessato pure altri servizi concorrenti): come forse vi sarete accorti, Telegram è stato pubblicizzato fino allo sfinimento su Facebook e sui principali canali di comunicazione dopo il famoso black out; per non perdere i frutti del lavoro svolto, l'azienda sta migliorando giorno dopo giorno il servizio, tant'è che oggi pare esserci davvero poco stacco da WhatsApp.

La compagnia ha infatti introdotto non solo la lingua italiana ma anche le note vocali, permettendo proprio a tutti - anche ai meno avvezzi alla lingua inglese - di comunicare con facilità; gli aggiornamenti sono stati molti, ovviamente, e hanno avuto anche l'obiettivo di ficsare alcuni bug del servizio che qualcuno aveva fatto notare, come la condivisione dei contatti su alcuni dispositivi.

Vediamo il prospetto degli aggiornamenti - l'ultima versione è la 1.4.3 - preso direttamente da Google Play Store:


  • 1.4.3
    - Condivisione su alcuni dispositivi dei contatti;
    - Ficsato avvio app su android 4.0.

  • 1.4.2
    - Lingua italiana;
    - Note audio sui dispositivi Android 3.x.

  • 1.4.0
    - Eliminazione chat segrete da entrambi i dispositivi, qualora uno degli utenti lo voglia;
    - Note audio;
    - Condivisione contatti da rubrica;
    - Salvare video in Galleria e file di download;
    - Varie correzioni.

  • 1.3.30
    - Varie correzioni.

  • 1.3.28
    - Lingua olandese.


Come vedete, i passi in avanti sono stati fatti: bisognerà vedere come risponderà WhatsApp e se introdurrà altre feature oltre alle tanto attese chiamate vocali (già disponibili, tra l'altro, sui servizi della concorrenza).

Via | Google Play Store

 

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: