La NSA nega di avere un piano per infettare milioni di PC con malware

La National Security Agency americana risponde alle ultime rivelazioni di Edward Snowden, a proposito del progetto Turbine.

Le recenti rivelazioni di Edward Snowden sui piani della NSA per infettare milioni di PC con malware hanno letteralmente gettato nel panico chi frequenta Internet, col rischio di trovarsi nel bel mezzo del sistema chiamato Turbine, capace secondo i dettagli forniti di violare il computer di un utente, fingendosi per esempio Facebook, senza concedere alcuna possibilità di svelare il tranello.

La risposta ufficiale della NSA non ha tardato ad arrivare, visto che l'agenzia ha pubblicato sul sito nsa.gov il seguente comunicato:

I recenti report dei media che accusano la NSA di aver infettato milioni di computer in giro per il mondo con malware, e la NSA d'impersonare social media americani o altri siti, non sono accurati. La NSA usa le sue capacità tecniche solo per supportare operazioni di intelligence appropriate e secondo legge, tutte condotte in stretto accordo con le rispettive autorità. La capacità tecnica deve essere intesa nel contesto legale, di politiche e operativo all'interno della quale essa viene impiegata.

Le autorità NSA richiedono che le attività d'intelligence supportino requisiti validi di sicurezza nazionale, proteggendo il legittimo interesse alla privacy delle persone, e sono ritagliate come possibile. La NSA non fa uso delle sue capacità tecniche per impersonare siti di società americane. Né la NSA prende di mira utenti qualsiasi della rete Internet globale, senza appropriata autorizzazione legale. Report che parlano di operazioni per penetrare indiscriminatamente computer sono semplicemente falsi.

Quanto possiamo credere a tutto ciò? Arrivati a questo punto, piuttosto poco, come ormai avviene con qualsiasi altra dichiarazione dei diretti interessati sulla vicenda, da entrambi i lati della barricata. I confini tra ragione e torto nel corso di questi mesi si sono fatti sempre più sfumati, al punto da mettere chiunque abbia un dispositivo connesso a Internet costantemente sul chi va là.

Da notare infine come la NSA neghi di avere questo piano per infettare milioni di PC con malware, impersonando società esterne, ma allo stesso tempo dichiari di avere "capacità tecniche" non meglio precisate.

nsa

Via | Bgr.com

  • shares
  • Mail