Steve Wozniak: "Snowden un eroe, Apple la più immacolata"

Steve Wozniak non ha dubbi: Edward Snowden è un eroe.

La posizione di Steve Wozniak su Edward Snowden e sul Datagate è ben chiara, come dimostra anche il video di repertorio che potete vedere qui sopra. Dal CeBit tedesco, tuttavia, Woz ha ribadito la propria idea sul ruolo del whistleblower:

"È un eroe per me, ma potrebbe essere un traditore per altre persone, e capisco i motivi che possano portare a pensarla così."

Neanche a farlo apposta, un'altra persona si è espressa su Snowden in queste ore: si tratta di Bill Gates nella sua intervista pubblicata su Rolling Stone, nella quale il fondatore di Microsoft ha detto di non ritenere Snowden un eroe, esattamente il contrario di quanto dichiarato da Wozniak. Una differenza di vedute, motivata così dal fondatore di Apple:

"Credo che Snowden abbia creduto, come me, che gli USA abbiano diritto alla libertà. Ha avuto il fegato e il coraggio di sacrificare la propria vita per un principio."

Apple e il Datagate


Prevedibilmente, da Edward Snowden il discorso si è spostato sul coinvolgimento di Apple nelle attività di sorveglianza della NSA. Pur essendo ormai fuori da tempo dall'azienda, Wozniak si è schierato a sua difesa:

"Credo che Apple sia la più immacolata tra tutte le società, e lotterà per proteggere i dati dei suoi utenti."

Anche se è difficile parlare d'immacolatezza in questa vicenda, le parole di Woz richiamano quelle pronunciate tempo fa da Andrew Stone a proposito della filosofia di Apple e del suo fondatore, Steve Jobs:

“Steve Jobs avrebbe preferito morire piuttosto che cedere a questo, anche se aveva molti amici alla NSA. Microsoft è capitolata per prima, poi tutti gli altri. Steve semplicemente non l’avrebbe mai fatto."

Steve Wozniak foto

Via | Cnet.com

  • shares
  • Mail