Microsoft voleva comprare WhatsApp, ma non alla cifra di Zuckerberg: parola di Bill Gates

Anche Microsoft era interessata all'acquisto di WhatsApp: ecco le dichiarazioni di Bill Gates

Bill Gates è stato intervistato da Rolling Stones e non ha esitato neanche un istante a parlare di WhatsApp e della sua volontà di acquistarlo: il punto è che il servizio di messaggistica instantanea non valeva - secondo lui - i 19 miliardi offerti da Zuckerberg, ed è per questo che le trattative non avrebbero mai potuto concludersi a favore del colosso di Redmond. Bill Gates non lo ha detto chiaramente, ma lo ha fatto intendere, soffermandosi non solo sul servizio in sé per sé ma anche sulla volubilità degli utenti:

“Spende - così il fondatore di Microsoft ha iniziato a parlare di Facebook - 19 miliardi di dollari per comprare qualcosa che non ha essenzialmente alcun modello di reddito. [...] La sua aggressività è sagace ma il prezzo pagato è molto più di quanto mi sarei aspettato. [...] È dimostrato che la base di utenti è volubile [e lo ha dimostrato il fatto che, non appena WhatsApp è andato in down, sono esplose le iscrizioni ad altri servizi, tra i quali spicca We Chat, ma non solo ndr]".

Quale futuro per WhatsApp?


foto bill gates

Si diceva che anche Google avesse avuto intenzione di acquistare WhatsApp, ma poi è stato smentito tutto categoricamente dall'azienda (che, in effetti, ha già Hangout a cui pensare); e molte altre cose si diranno sui retroscena che hanno portato alla cessione del servizio a Zuckerberg: i fatti, comunque, cambiano ben poco, visto che le trattative sono terminate e ci chiediamo soprattutto come sarà rivoluzionato WhatsApp con lo zampino del social network più famoso dei nostri giorni.

Via | Rolling Stone

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: