Robocoin arriva in Italia, nuovi "bancomat" per Bitcoin in tutto il mondo

Robocoin arriverà in Italia con uno sportello per Bitcoin: data prevista, il 14 marzo.

Dopo Vancouver e gli altri luoghi oltreoceano dove è stato installato, Robocoin è quasi pronto a invadere il resto del mondo. Ne parla TechCrunch, secondo cui il "bancomat" bidirezionale arriverà presto anche altri 10 Paesi, Italia inclusa: le nazioni prescelte, oltre alla nostra, sarebbero Israele, Irlanda, Singapore, Repubblica Ceca, Giappone, Australia e Regno Unito.

Il funzionamento di Robocoin prevede la possibilità di effettuare transazioni in entrambi i sensi riguardanti la moneta virtuale: sullo stesso dispositivo, è possibile cioè acquistare Bitcoin, oppure venderli, semplificando così notevolmente il processo di compravendita soprattutto per i meno esperti dal punto di vista tecnologico, interessati però ugualmente a investire in Bitcoin.

Contrariamente a quanto si possa pensare, il recente crollo di Mt.Gox ha dato a Robocoin una nuova luce, permettendo infatti ai possessori di Bitcoin di ottenere moneta reale in modo immediato, anche e soprattutto nel caso in cui le cose con Bitcoin dovessero precipitare da un giorno all'altro.

Dove e quando


Dopo quello di Vancouver a ottobre 2013, a febbraio Robocoin è arrivato anche negli Stati Uniti presso Austin, in Texas, sede del festival SXSW. Anche Hong Kong e Taiwan hanno già i loro Robocoin, mentre a partire dal 10 marzo si vedranno anche in Irlanda, Israele e Singapore. L'Italia dovrà aspettare fino al 14 marzo, giorno in cui Robocoin approderà anche in Australia (con 2 sportelli) e Regno Unito.

robocoin

  • shares
  • Mail