Mondadori acquista aNobii, il social network dei libri

Cosa accadrà ora al social network dedicato ai libri e al mondo della lettura?

Importante acquisizione in casa Mondadori. Le celebre casa editrice milanese fondata da Arnoldo Mondadori ha appena annunciato di aver acquisito aNobii, il social network interamente dedicato ai libri fondato nell’agosto 2006 ad Hong Kong.

Con oltre un milione di utenti in tutto il Mondo e circa 300 mila iscritti qui in Italia, aNobii diventa a tutti gli effetti un prodotto italiano, parte di una delle case editrici più grandi del nostro Paese. Alla notizia dell’acquisizione, confermata su Twitter dall’account ufficiale di Mondadori, sono seguite le tante domande degli utenti. Cosa accadrà, ora, al social network che in tantissimi utilizzano come una vera e propria libreria personale per tenere traccia di tutti i libri che hanno letto, stanno leggendo o vogliono leggere?


In teoria ben poco. A confermarlo ci ha pensato Riccardo Cavallero, Direttore generale Edizioni Mondadori:

Tranquilli, non abbiamo alcun interesse a snaturare aNobii o a inglobarlo in Mondadori. Saremmo stupidi a farlo. Ci prendiamo qualche mese per rivedere il sistema e la grafica e poi lo faremo ripartire. Ma resterà sempre aNobii.

aNobii


E’ interessante leggere anche il commento di Greg Sung, fondatore di aNobii:

Siamo entusiasti. La nostra missione è da sempre quella di dar vita a una comunità dove i lettori di tutto il mondo possano condividere, approfondire e alimentare la loro comune passione per la lettura e i libri. Con questo accordo abbiamo finalmente le risorse per portare avanti questa missione in modo ancora più incisivo.

Fin dalla sua creazione, aNobii si rivelò un grandissimo successo, ma nel corso dell’ultimo periodo il suo sviluppo e la sua crescita erano stati un po’ abbandonati, bloccando di fatto la crescita di un servizio dallo straordinario potenziale, specie se affiancato a uno store da cui è possibile acquistare libri ed ebook. Che l’acquisizione di Mondadori serva proprio a riportare aNobii ai fasti iniziali?

Non ci resta che attendere e scoprire, quanto prima, quali sono i piani di Mondadori e come reagiranno i tantissimi fedeli utenti che ad oggi continuano a catalogare i propri libri e scoprire nuove letture proprio grazie ad aNobii e alla sua ricca comunità. Voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail