Secondo la RIAA, i DRM sono morti

Secondo la RIAA, i DRM sono mortiI DRM sono dei sistemi che, applicati a file musicali o video evitano la copia degli stessi. Per diversi anni la RIAA ha difeso l'uso dei DRM, dichiarando che i clienti ne avrebbero tratto vantaggio.

In realtà le polemiche contro i DRM sono stante numerose e feroci. Già da un po' di tempo, infatti, molti siti ed etichette discografiche hanno iniziato a rilasciare musica e Mp3 privi dei DRM, visto che molti utenti si sono lamentati in passato.

Ed ora veniamo a sapere che Jonathan Lamy, portavoce della RIAA, ha dichiarato che il DRM è morto, riferendosi ai siti come iTunes che hanno iniziato ad offrire musica senza restrizioni.

Ancora una volta, quindi, la RIAA si contraddice sulle sue parole. E con essa anche altre associazioni di tutela del diritto d'autore.

I DRM non hanno certo aiutato le vendite di musica su Internet e non sono stati una soluzione al problema della pirateria. Più di una volta i consumatori sono rimasti infastiditi dalla presenza dei DRM. E' evidente, quindi, come si debba cercare altrove una soluzione efficace.

Via | Torrentfreak.com

  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: