Google presenta Oppia, strumento open-source per l’apprendimento interattivo

Ecco Oppia, il nuovo strumento open-source di Google pensato e realizzato per favorire l'apprendimento interattivo online.

Google ha appena lanciato un nuovo progetto open-source, uno strumento pensato e realizzato per incrementare il ruolo della tecnologia nell’apprendimento e re-immaginare il modo in cui gli studenti di tutto il Mondo posso studiare e mettersi alla prova.

Oppia, questo il nome del progetto, è una piattaforma che permette a professionisti o esperti in un determinato settore di mettere a disposizione di tutti la propria conoscenza, realizzando quiz, domande e test con cui gli utenti possono mettersi alla prova e, quindi, imparare.

Chiunque può iscriversi a Oppia, ora disponibile in versione beta, e cominciare a imparare. Ogni attività interattiva, chiamata exploration, esplorazione, è creata da un mentore che in base alla risposta dell’utente decide che feedback dare e quali domande successive porre, se approfondire quel determinato aspetto o passare a un livello successivo.

Se, ad esempio, volete mettere alla prova la vostra conoscenza della geografia mondiale, qui trovate un’esplorazione che fa al caso vostro: vi verrà chiesto di localizzare determinate città utilizzando le mappe di Google e ad ogni risposta esatta passerete a un’altra città.

O, se state studiando biologia, potete fare un ripasso rispondendo alle domande poste da un utente nella categoria dedicata alla scienza, domande che vanno dall’origine del termine ad altre informazioni base che vi daranno un’infarinatura generale sull’argomento.

oppia




Al momento, trattandosi di una nuova piattaforma, le opzioni sono piuttosto limitate, poche categorie disponibili e poca varietà di esercizi, ma nuove esplorazioni vengono aggiunte di ora in ora.

Se state cercando di mettervi alla prova non dovete far altro che scegliere l’argomento di vostro interesse e cominciare l’esplorazione, mentre se vi considerate degli esperti di un determinato settore potrete contribuire fin da subito alla crescita del progetto e mettere la vostra conoscenza a disposizione di tutti.

Via | Google Open Source

  • shares
  • +1
  • Mail